facebook twitter rss

Simulazione di un attentato e corsi per volontari: tre giorni con la Croce Rossa dei Sibillini

FORMAZIONE - Sabato pomeriggio a Montefortino ricostruzione alla quale potrà assistere anche il pubblico, fino a domenica a Comunanza numerose attività in programma
Print Friendly, PDF & Email

Macchina organizzativa in piena attività da parte del Comitato dei Sibillini della Croce Rossa Italiana per accogliere i circa 250 volontari da tutta Italia previsti per il Sibillini Cri Camp che si terrà da venerdì a domenica a Comunanza.

Diversi i corsi di formazione che saranno riservati ai volontari delle Marche, mentre gli altri provenienti dalle altre regioni, dal nord alla Sicilia, saranno ospitati.

Sabato pomeriggio dalle 16 in poi, a Montefortino, si terrà anche l’emulazione di un attentato in un mercato rionale affollato e relativa simulazione degli interventi di emergenza. La ricostruzione coinvolgerà oltre 25 persone e potrà assistere anche il pubblico come spettatore. L’area del Camp è organizzata, con strutture mobili, nella zone degli impianti sportivi nella periferia comunanzese. Attesi molti volontari dalle varie regioni, oltre che dalle Marche, che durante il lungo periodo post terremoto sono arrivati in aiuto del territorio dei Sibillini e del Comitato locale. Questo del Camp sarà un momento di ritrovo e un’occasione di aggregazione per rafforzare i legami e crearne di nuovi. Un modo anche per essere grati a tutti quei volontari che si sono prodigati per aiutare le popolazioni provate da lunghi mesi di difficoltà materiali, umane e psicologiche dovute al sisma. La Cri è stata sempre presente.

Diversi i corsi di formazione a cui potranno partecipare, nei 3 giorni, i volontari marchigiani. A cominciare da quello “I care”, che ha lo scopo di sensibilizzare e diffondere le conoscenze e le prassi di un corretto rapporto con se stessi e con gli altri nelle attività e nei servizi quotidiani. Quello sulla “Comunicazione e foundraising” con l’obiettivo di fornire conoscenze teoriche, pratiche ed esperienziali per la crescita della persona e delle organizzazioni, orientata allo sviluppo e alla relazione tra persone. Per “operatore Haccp”, che fornirà gli strumenti e le competenze necessarie al consulente e formatore Haccp, figura professionale che opera nelle aziende del settore alimentare per l’applicazione dei principi stabiliti dalla normativa. Il corso “Conosciamo Gaia”, per far conoscere a tutti i volontari il portale su cui Croce Rossa Italiana si gestisce nel web, un sistema informativo efficiente e di facile consultazione. Quindi il corso “Opem” per Operatore di emergenza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X