facebook twitter rss

Riparte il settore giovanile
della Nuova Juventina

CALCIO A 5 - Appuntamento per lunedì prossimo, prima tappa di un ciclo di sedute gratuite messo a disposizione dal management veregrense per i bambini dai 5 anni a crescere
Print Friendly, PDF & Email

Una partita dei piccoli tesserati della Nuova Juventina effettuata all’aperto

MONTEGRANARO – Riprenderanno lunedì 11 settembre le sedute di allenamento per i giovani calciatori della Nuova Juventina, sodalizio veregrense dedico alla pratica del calcio a 5.

La relativa Prima squadra è reduce del “triplete” della scorsa stagione, valso la conquista della Serie D, della Coppa Provinciale e della Coppa Marche, ed ora è impegnata nel circuito della Serie C2, con tanto di passaggio già acquisito ai sedicesimi di Coppa di Serie C.

Alle spalle della selezione di punta gli Under 21 e gli Allievi, squadre già iscritte ai campionati di afferenza ed in campo con la relativa preparazione atletico – tattica in vista dello start dell’agonismo.

I Piccoli Amici della Nuova Juventina durante la scesa in campo nella trasferta di Monte San Pietrangeli

Non manca però, in seno al sodalizio sportivo bianconero, la sensibilità per i più piccoli, pronti a sperimentare un assaggio, gratuito e senza impegno alcuno, nel ciclo di quattro sedute programmate per lunedì 11, mercoledì 13 e replicate la settimana a venire, quindi lunedì 18 e mercoledì 20. Il tutto presso i campi sportivi siti in via Giustozzi a Monte San Giusto (MC), centro calzaturiero confinante con il comune veregrense, alle 17.00. Le partite dei campionati si terranno però, con tutta probabilità, all’interno della palestra sita nel quartiere San Liborio di Montegranaro.

“Ripartiamo dalle certezze acquisite dalla scorsa stagione, vale a dire le squadre di più giovani: i Piccoli Amici ed i Pulcini – commenta il presidente Augusto Brasili -. Il nostro messaggio però è aperto indistintamente a tutti gli sportivi, da 5 anni a crescere, perché se c’è qualche ragazzo più grande, da 10 anni in su, identificabile come Esordiente o Giovanissimo è ben accetto. Nulla infatti ci vieta la possibilità di allestire anche compagini diverse rispetto a quelle strettamente inseribili nel contesto della scuola calcio, a potenziare cioè il nostro assetto all’interno del settore giovanile”.

Roberto Luciani ed Augusto Brasili

“I giovani che invece rientrano nelle leve dal 2005 al 1994 potrebbero benissimo essere inquadrate nelle squadre dei più grandi – completa il quadro il vice presidente Roberto Luciani -. Anche se gli allenamenti sono iniziati, non è un problema: un ragazzo che si sente di provare l’avventura con gli Allievi (2002 e 2001, con potenziale inserimento dei 2003) o perché no, con l’Under 21, venga a farci visita. In ballo, per i più meritevoli dal punto di vista dell’impegno, c’è anche la possibilità di essere convocati in Prima squadra, per la disputa della gare di Serie C2″.

Paolo Gaudenzi

 

Il riscaldamento prima di una partita in palestra


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti