facebook twitter rss

Futura 96 sconfitta di misura
dal Servigliano Lorese nel
primo test ufficiale dell’anno

PROMOZIONE - Il mini girone di Coppa Italia vede gli uomini di Amadio al comando con 3 punti, con i rossoblù capodarchesi a zero. Il 17 settembre sarà la volta della Sangiorgese
Print Friendly, PDF & Email

Le squadre in campo prima del fischio d’inizio

CAPODARCO di FERMO – In attesa di sapere cosa avrà in serbo il calendario di Promozione per Futura 96 e San Marco Servigliano Lorese, le due compagini si sono sfidate quest’oggi sul sintetico del Postacchini per la prima gara del mini girone di Coppa Italia. Sotto gli occhi dell’ex tecnico futurino, Maurizio Di Clemente, i padroni di casa non riescono a brillare come dimostrato nelle amichevoli precampionato. Nel faccia a faccia con la formazione di Amadio (nata dalla fusione tra la neopromossa San Marco Servigliano e la Lorese di Loro Piceno), i ragazzi di Calvà escono sconfitti di misura, decisiva la rete di Cerbone. Sconfitta che, tuttavia, non ridimensiona la Futura 96, in quanto mister Matteo Calvà doveva fare i conti con parecchi indisponibili: lesione al menisco per Antonio Murazzo, pubalgia per Lorenzo Giuliani e frattura del sesamoide per Paolo Angelini. Il prossimo incontro di Coppa vedrà difronte Futura 96 e Sangiorgese (domenica 17 settembre alle ore 15.30), con il Servigliano Lorese che prenderà il posto della formazione di Marco Pennacchietti e riposerà.

IL TABELLINO

FUTURA 96 0 (4-2-3-1): Paniccià; Verducci, Marzan, Smerilli, Mannozzi; Capiato, Conte; Felicetti (33′ st Marcaccio), Bartolini (4′ st Murazzo Gianluca), Spinozzi; Bracciotti. A disposizione: Verone, Belleggia, Vitellozzi, Angelini, Giuliani. All. Matteo Calvà

SERVIGLIANO LORESE 1 (4-3-3): Carnevali; Finucci Leonardo (9′ st Fratini), Fermani, Fortunati, Iommi; Bah (33′ st Sakho), Aloisi (13′ st Tidiane), Iacoponi; Mancini (9′ st Frascerra), Cerbone, Jallow (30′ st Guza). A disposizione: Finucci Enrico, Sgammini. All. Peppino Amadio

RETI: 33′ pt Cerbone

ARBITRO: Marco Serenellini di Ancona, assistenti Roberto Traini di Ascoli Piceno, Alfio Salvatore D’urso di Ascoli Piceno

NOTE: Ammoniti Smerilli, Fortunati, Fratini, Tidiane; corner 2-3; recupero +1′ +4′; spettatori 100 circa

LA CRONACA

Dopo i test estivi precampionato, Futura 96 e Servigliano Lorese tornano a fare sul serio nel primo derby fermano della stagione, valido per la Coppa Italia. Dopo una prima fase di studio, sono i rossoblù (quest’oggi in maglia verde fluo) a fare la prima mossa: Spinozzi si sgancia dalla marcatura di Finucci e si lancia verso la porta difesa da Carnevali, ma l’estremo ospite è reattivo e mette in corner. Il duello tra Spinozzi e Finucci sarà un leitmotiv ricorrente nel corso della prima frazione, con il difensore ospite che si troverà spesso in difficoltà, soprattutto sul piano atletico, al che mister Amadio proverà ad arginare l’attaccante locale inserendo Fratini nella ripresa. Gara maschia combattuta perlopiù a centrocampo e spesso frammentata dal fischietto anconetano, Marco Serenellini. Al 33′ del primo tempo, nel miglior momento della Futura, gli ospiti passano in vantaggio con la rete di Cerbone, lesto a trasformare in rete il passaggio sull’out di sinistra di Mancini. Nella ripresa mister Calvà prova a scuotere i suoi per cercare il pareggio e sostituisce la fantasia di Bartolini con la dinamicità di Gianluca Murazzo, ma il risultato non cambia: con Angelini assente, Bracciotti, schierato da falso nove, non riesce ad essere incisivo e rimane chiuso nella morsa dell’esperto Fermani (difensore ospite) per gran parte dell’incontro.

Leonardo Nevischi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X