facebook twitter rss

Quote rosa, Loira dice sì:
120 giorni per valutare l’ingresso
in giunta di una donna

PORTO SAN GIORGIO – Il sindaco Loira ha detto sì alla proposta delle consigliere di pari opportunità che avevano suggerito al primo cittadino di avviare un percorso finalizzato a valutare l’ingresso in giunta di una donna. Operazione che potrà avvenire, ovviamente, a discapito di un assessore uomo già nominato
Print Friendly, PDF & Email

di Sandro Renzi

Quote rosa, nuovo capitolo. Il sindaco Loira ha detto sì alla proposta delle consigliere di pari opportunità che avevano suggerito al primo cittadino di avviare un percorso finalizzato a valutare l’ingresso in giunta di una donna così da rispettare il dettato della norma sulle quote rosa. Operazione che potrà avvenire, ovviamente, a discapito di un assessore uomo già nominato. Questo consentirà al primo cittadino di avere a disposizione altri 120 giorni prima di mettere eventualmente mano all’esecutivo. Ma non ferma i termini per la presentazione del ricorso al Tar che scadono a fine settembre. L’opposizione affila le armi. Attendeva di sapere cosa avrebbe fatto il sindaco prima di decidere. Ebbene Loira si è detto disponibile ad intraprendere questo percorso che altro non è se non un ulteriore tentativo di individuare una donna da nominare “purché goda della mia piena fiducia personale e politica ed a condizione che ciò avvenga nell’esclusivo e prioritario interesse della città”.

Così ha scritto Loira nella missiva inviata alle consigliere di pari opportunità. Nel corso di questi mesi dovrà pure rendere conto di quanto fatto per aggiustare il tiro sulle quote rosa. Strada tutta in salita quella che si prospetta per il rieletto primo cittadino. Che peraltro aveva avuto modo di spiegare già alla commissione pari opportunità alla fine di agosto le motivazioni che lo avevano spinto a dare vita a questa giunta composta da quattro uomini ed una sola donna e ad illustrare le difficoltà incontrate nel reperire una seconda donna che rispondesse soprattutto al requisito prioritario: la fiducia. A questo punto la palla passa alla minoranza che ha più volte minacciato il ricorso al tribunale amministrativo. Sarà sufficiente quanto dichiarato da Loira per scongiurare questa eventualità? Anche perché non è scontato che al termine dei 120 giorni il sindaco abbia tra le mani un nome ed un volto “rosa” da inserire. E se anche fosse così chi verrà sacrificato? Marcattili? Silvestrini? “Tutti gli assessori mi hanno dato la loro disponibilità a fare un passo indietro” ha rimarcato Loira.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X