facebook twitter rss

Giorgio Piccioni è secondo
nazionale nella classe 2.4mr

REGATA - Al Campionato Italiano di categoria, svolto nel week end alle spalle a Cattolica, l'atleta della sangiorgese Liberi nel Vento si è aggiudicato la seconda piazza alle spalle del vincitore, Squizzato. Domenica ultima prova del circuito 2017 nelle acque fermane
Print Friendly, PDF & Email

Il momento delle premiazioni

CATTOLICA (RN) – Positiva trasferta per i portacolori dell’associazione Liberi nel Vento in occasione della 26ma edizione del Campionato Nazionale 2.4mr.

Sono stati sei i timonieri ed altrettante imbarcazioni a partecipare all’evento sportivo per difendere i colori della sangiorgesi e dare il massimo per ottenere qualcosa di importante.

Condizioni meteo difficili, si è navigato anche durante un violento temporale, hanno permesso al comitato di regata di poter disputare solo quattro delle nove prove previste.

Splendido secondo posto ottenuto da Giorgio Piccioni. Vittoria finale che va all’atleta paralimpico della Nazionale Italiana, Antonio Squizzato, terzo Stefano Maurizio.

A Giancarlo Mariani il premio Carlo Annoni. Buone le prestazioni degli altri atleti che si sono piazzati a ridosso dei primi. “Un’ottimo risultato quello ottenuto a Cattolica nello scorso week end – dice l’istruttore Stefano Iesari –. Abbiamo migliorato la posizione del 2016 quando ci siamo piazzati terzi. Ora si ritorna in acqua per continuare ad allenarci per migliorare ed essere sempre più performarti nei prossimi appuntamenti agonistici”.

E già domenica prossima si tornerà nelle acque antistanti il litorale sangiorgese per l’ultima prova del Campionato Zonale 2017 delle classi 2.4mr e FJ. Pronti ad una sana ed agonistica battaglia tutti i dodici timonieri per contendersi l’ambito Trofeo Sollini Accessori Calzature.

 

Fotogallery

Il podio scaturito dalla regata nazionale

Il team di Liberi nel Vento partecipante all’evento

Un momento della regata

Giancarlo Mariani premiato con il “Carlo Annoni 2017”

Giorgio Piccioni premiato dal Comandante della Capitaneria


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti