fbpx
facebook twitter rss

Mons. Luigi Conti e i media:
“Grazie a quelli che hanno rispettato la Chiesa
e non hanno violato un segreto” (VIDEO)

FERMO - Le parole di Mons. Luigi Conti: "Ci sono stati dei media e più di uno, che hanno avuto il coraggio di non pubblicare il nome perché hanno rispetto per la prassi della Chiesa"
Print Friendly, PDF & Email

 

di Paolo Paoletti

“Volevo ringraziare anche i media, non quelli che hanno violato un segreto e non hanno rispettato la Chiesa, ma quelli che l’hanno rispettata”. Con queste parole, Mons. Conti, si è rivolto questa mattina ai presenti,  tra cui numerosi giornalisti, nel corso della cerimonia di presentazione del nome del nuovo arcivescovo di Fermo. Già da giorni infatti sono iniziati a circolare nomi e indiscrezioni circa il nuovo pastore alla guida dell’Arcidiocesi più grande delle Marche.  Il tutto violando quello che è il segreto pontificio e nonostante l’assenza ancora dell’ufficialità della notizia data solamente questa mattina. Da qui l’intervento di Conti.

Ci sono stati dei media, – ha sottolineato Mons Conti –  e più di uno, che hanno avuto il coraggio di non pubblicare il nome perché hanno rispetto per la prassi della Chiesa. Perchè chi è che nomina il Vescovo è lo Spirito Santo. Ricordate a questo proposito, perché la parola di Dio non  manchi mai, quello che è scritto nel primo capitolo degli atti degli apostoli, quando si ritrovano davanti a Gesù, prima dell’ascensione, e gli fanno la domanda: ma è arrivato il tempo in cui ripristini il regno d’Israele? Noi conosciamo la risposta di Gesù: non spetta a voi conoscere i tempi che il Padre ha riservato a sé. Non spetta a noi dare un giudizio. Lo Spirito manda don Rocco e don Rocco è venuto”.

Mons. Conti che ha concluso: “Noi possiamo fare tanti ragionamenti, possiamo avere anche dei timori, perché ogni volta che c’è un cambiamento c’è sempre qualche disagio però soltanto nella fede possiamo accettare un nuovo pastore e soltanto nella fede non c’è alcun timore.”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X