facebook twitter rss

Per gli studenti di Arquata del Tronto più di 1.000 libri donati
dai bambini

DONAZIONI – Consegnati dalla direttrice Giulia Gamberini i volumi raccolti dal Cuore Adriatico, presente il vicesindaco Michele Franchi
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Braconi

Nella busta proveniente da Guastalla, provincia di Reggio Emilia, salta subito agli occhi la frase di Gianni Rodari: “Vorrei che tutti leggessero non per diventare letterari e poeti, ma perchè nessuno sia più schiavo”. Subito sotto il messaggio della libraia Lara rivolto ai bambini di Arquata del Tronto: “Ciao ragazzi, un piccolo gruppo di emiliani ha voluto contribuire alla ricostruzione della vostra biblioteca. Perché purtroppo anche noi sappiamo cosa vuol dire terremoto, ma per fortuna sappiamo anche cosa significa restare uniti e lavorare insieme, giorno dopo giorno. Leggete ragazzi! Leggete per vivere liberi, per crescere, leggete per ampliare la vostra mente e moltiplicare i vostri pensieri! E vivete con serenità!”.

È il momento più toccante della cerimonia di consegna dei libri raccolti dal centro commerciale Il Cuore Adriatico di Civitanova Marche per gli studenti del nuovo plesso scolastico costruito a poche centinaia di metri dal centro storico del Comune distrutto dal terremoto. Un progetto, denominato #uncuoredilibri, che ha visto tantissimi ragazzi donare un libro e che ha permesso di raccogliere, per il momento, oltre 1.000 volumi per la biblioteca interna alla struttura donata dalla Fondazione La Stampa – Specchio dei Tempi e costata circa 2 milioni di euro.

Ad illustrare i contenuti del progetto Antonella Leoni, responsabile marketing dell’agenzia Sangit. “L’idea che abbiamo avuto è stata di donare libri per voi – ha affermato, rivolgendosi agli studenti presenti -. È bello avere una struttura nuova piena di cose tecnologiche, ma la scuola va riempita di storie, di parole e di libri. Per questo abbiamo scelto di portarvi libri donati dal centro commerciale ma soprattutto dai bambini di Civitanova Marche e non solo. In tanti sulla costa vi pensano e vi hanno donato un libro che vivrete come lo hanno fatto loro precedentemente”.

Molto emozionata Giulia Gamberini, direttrice del centro commerciale Il Cuore Adriatico, che ha letto un messaggio dell’assessore civitanovese Barbara Capponi, impossibilitata a partecipare.

“L’apprezzamento del vostro gesto di generosità e di elevata cultura – ha rimarcato la dirigente scolastica Patrizia Palanca – ci da maggiore forza perché viene da persone che ci sono vicine. Per noi, alunni, operatori della scuola e soprattutto genitori, deve essere un esempio di quello che è il concetto di gratitudine, di riconoscenza, di quello che si fa nel concreto, che non è sempre così scontato. Quanto alla scuola, qui siamo di fronte ad una sorta di miracolo, è una struttura eccezionale. La mia preoccupazione è di adeguare la preparazione dei docenti ad una didattica innovativa, di cui sarò custode. Arquata rinascerà con una scuola esempio di didattica innovativa. Mancava però l’elemento culturale, come avere una biblioteca piena di libri. Ne abbiamo ritrovato qualcuno prima di demolire la vecchia scuola, ma sostanzialmente avevamo perso tutto. Abbiamo ripreso piccole testimonianze di una scuola che rimarrà negli animi e nei cuori di chi ci ha lavorato e di chi ci è cresciuto. Ora giriamo pagina: con questi vostri gesti vogliamo cancellare per sempre un ricordo che deve essere sostituito da questa splendida cosa che abbiamo il privilegio di avere”.

“Noi siamo veramente orgogliosi che questa scuola sia riuscita ad essere pronta per il 15 settembre – ha aggiunto il vice sindaco Michele Franchi -, ci abbiamo creduto sin dal primo momento. È stato meraviglioso vedere ieri i sorrisi dei bambini dopo 12 mesi di calvario, dopo essere rimasti lontano dalla propria terra. Ringrazio l’assessore Sandro Onesi che si è speso per mettere a posto i pulmini; nei prossimi giorni continueremo a lavorare nonostante siamo ancora sotto emergenza. Tornare però nei luoghi di origine è qualcosa che regala forza per dare ad Arquata un futuro. E la scuola è un punto di partenza importante, attrattivo anche per chi vuole tornarci, considerando anche la presenza del nuovo ambulatorio”.

Da Enzo Galeazzi, marchigiano trapiantato a nord e presidente dell’associazione culturale Pelagus di La Valletta Brianza, in provincia di Lecco, ha lanciato un’ulteriore proposta alla scuola. “Abbiamo cercato di dare anche noi un piccolo contributo e a febbraio siamo venuti con un dono proprio per l’ambulatorio. Oggi siamo ancora qui per la scuola, per cercare di dare qualcosa. E visto che avete bisogno di libri, se ci farete sapere di che tipo avete bisogno ci faremo carico di reperirli e di mandarveli”.

A Alessandro Morganti, in arte Mago Alex, il compito di intrattenere i bambini con un divertente spettacolo proprio all’interno della biblioteca.

Intanto domani, domenica 17 settembre all’interno del centro commerciale Cuore Adriatico, le iniziative legate a #uncuoredilibri proseguiranno con il seguente programma, condotto da Piero Massimo Macchini:

ore 16,30 –letture animate – I Racconti dell’armadietto” a cura de I Teatri dal Mondo – Festival Internazionale del Teatro per Ragazzi e LaGrù Ragazzi;

ore 17 – ringraziamento a tutti i partecipanti e proiezione del video/reportage della consegna alla scuola di Arquata;

ore 17,30 – letture animate – I Racconti dell’armadietto” a cura de I Teatri dal Mondo – Festival Internazionale del Teatro per Ragazzi,e LaGrù Ragazzi;

ore 18 – Lizard Accademia di Musica di Porto Sant’Elpidio – interventi musicali dei docenti e dei ragazzi;

ore 18,30 –presentazione del libro «Narra la Sibilla» con le immagini di Erika Mariniello e gli scatti di Lucia Paciaroni, a cura di Giaconi Editore.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti