fbpx
facebook twitter rss

Sansovini e Maurizi regalano
alla Fermana la prima vittoria

SERIE C – I gialloblù conquistano il primo successo contro un ottimo Mestre che aveva dominato a centrocampo e per possesso palla, ma le cui azioni si erano sempre infrante contro la robusta difesa canarina. Gialloblù pericolosi sovente di rimessa. Il gol arriva nel momento meno atteso, con un rigore procurato dal neo entrato classe '95 e trasformato dal bomber ex Pescara: 1 - 0 e mercoledì il recupero contro la Samb. Al termine applausi per entrambe le squadre
Print Friendly, PDF & Email

Ingresso delle squadre

FERMO – Flavio Destro presenta la novità di Lupoli e Sansovini in attacco sin dal 1′ al posto di Petrucci (fermo per affaticamento già al Trofeo “Giuseppe Temperini”, svolto in settimana a Montegranaro e vinto contro i locali della Prima Categoria ed il Trodica, militante in Promozione) e Cremona, sottoposti ad un turn over che si vedrà spesso con una rosa di trenta giocatori. Ko il generoso D’Angelo alla fine del primo tempo.

Nella ripresa la Fermana non riesce ad imporsi a centrocampo, ma rischia poco in difesa grazie alle ottime chiusure di tutti e ad alcuni interventi di Valentini, tant’è che i veneti provano a tirare da lontano. Poi nel finale, sull’ennesima azione di rimessa dei locali, l’episodio del rigore, unico modo di sbloccare un risultato che si avviava verso lo 0-0.

Osservato un minuto di raccoglimento per le vittime del nubifragio di Livorno

IL TABELLINO

FERMANA 1 (4-3-3): Valentini; Iotti, Comotto, Gennari, Sperotto; Grieco, Urbinati (29′ st Doninelli), Misin (17′ st Franchini); Lupoli (29′ st Cremona), Sansovini, D’Angelo (40′ st Maurizi). A disposizione: Ginestra, Forò, Gasperi, Clemente, Acunzo, Ciarmela, Akammadu, Benassi. All. Flavio Destro

MESTRE 0 (4-3-3): Gagno; Fabbri, Kirwan (43′ st Bussi), Boscolo (35′ st Casarotto), Neto (43′ st Spagnoli); Beccaro, Perna, Politti; Rubbo (14′ st  Zecchin), Gritti, Sottovia (35′ st Sodinha). A disposizione: Favaro, Zironelli, Zanettti. Boffelli, Stefanelli, Bonaldi, Pozzebon. All. Mauro Zironelli

ARBITRO: Matteo Gualtieri di Asti; assistenti Perrelli di Isernia e Berger di Pinerolo

RETI: 40′ st Sansovini (rig.)

NOTE: Ammoniti Fabbri, Urbinati, Sperotto; angoli 4 – 4; recupero 4′ +3′. Spettatori un migliaio circa compresi una quarantina in curva ospiti

LA CRONACA

Rompe il ghiaccio il Mestre (in divisa colore granata e azzurro): al 5′ cross da destra, Sottovia colpisce di testa ma è anticipato per il primo angolo della gara. La squadra ospite continua a fare la partita e la Fermana giocare di rimessa, al 10′ cross di Beccaro, Iotti schierato a terzino destro mette in angolo. Nonostante l’ottimo possesso palla dei veneti, la squadra gialloblù pian piano riesce ad alzarsi e al 16′ sulla destra c’è una fuga di Iotti fermato fallosamente con ammonizione di Fabbri. Al 24′ punizione forte ma centrale battuta da Sottovia, Valentini respinge senza problemi. Al 27′ i canarini battono il loro primo corner, dopo una serie di rimpalli palla a Sansovini che prova un lob, alto.

Le manovre d’attacco del Mestre sono insidiose, ma Iotti, Comotto, Gennari, e alla bisogna anche Urbinati, sono sempre attenti e tolgono le castagne dal fuoco a Valentini. Al 40′ esce in barella D’Angelo, una grave perdita per la Fermana perché l’esterno sinistro era risultato il migliore sulla sua fascia, spaziando generosamente dal fronte di attacco fino al raddoppio in difesa.

La prima frazione di gioco termina con i gialloblù in attacco: cross da destra di Iotti, Lupoli anticipato in angolo davanti al portiere. Dal corner, Sansovini rimette in mezzo e Lupoli, scattato da dietro, si trova di nuovo a tu per tu con Gagno ma devia con poca convinzione e l’estremo veneto gli mette in corner; è la più limpida occasione dai gol del primo tempo che doveva essere sfruttata meglio perché difficilmente capiterà di nuovo: Mestre sempre padrone di tutte le seconde palle e attento su tutte le chiusure.

La Curva Duomo nella partita in esame

Secondo tempo. Dopo un brivido in area mestrina per una uscita a vuoto di Gagno, il Mestre si fa vivo con il solito Sottovia, Valentini respinge, sul tapin Neto Pereira è in off side. La risposta della Fermana è affidata ad un insidioso diagonale del neo entrato Maurizi che attraversa tutta l’area. Al 15′ ancora Valentini respinge su Neto una conclusione comunque non troppo angolata. La Fermana appare in difficoltà a centrocampo, anche a seguito dell’uscita forzata di D’Angelo; Destro inserisce Franchini al posto di un Misin calante. Verso la metà della ripresa l’arbitro piemontese lascia correre su troppi interventi duri dei giocatori ospiti, mentre ammonisce Sperotto per un fallo veniale rispetto agli altri.

Poco prima della mezz’ora il Mestre colpisce un palo con Kirwan; Destro inserisce Cremona e Doninelli al posto di Lupoli e Urbinati nel tentativo di dare un assetto stabile al centrocampo gialloblù, in permanente difficoltà, al contrario del reparto difensivo, sempre preciso e puntuale su tutte le chiusure, tant’è che gli ospiti cominciano a tirare da lontano, ma la mira è sbagliata, seppure di poco.

Il rigore trasformato da Sansovini sotto la curva ospiti

Al 40′ quello che nessuno si aspetta: Maurizi entra in area ed è falciato, rigore. Dal dischetto Sansovini trasforma come a Bolzano: di sinistro ad incrociare col portiere che intuisce, ma il tiro è troppo forte e angolato per Gagno: 1-0, la Fermana conquista un vantaggio insperato. Il Mestre non sta a guardare e da punizione Zecchini costringe Valentini ad una bella respinta. Gli ospiti attaccano a testa bassa, ma la Fermana difende con le unghie e con i denti il vantaggio e dopo tre minuti di recupero finalmente i tifosi possono festeggiare la prima vittoria in serie C, in attesa del recupero del derby Fermana – Samb, che riprenderà mercoledì sul risultato di 1 – 0, con orario per adesso fissato alle ore 16.00.

Paolo Bartolomei

 

Fotogallery

Tifosi del Mestre, sostenuti dai sostenitori maceratesi in considerazione della vicinanza logistica e, soprattutto, del gemellaggio radicato nel tempo tra le due tifoserie

Diverse azioni della gara culminata con la prima vittoria in C della Fermana

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X