facebook twitter rss

Sutor 2.0, tra l’illustrazione
del progetto e la
presentazione ufficiale

BASKET - Il rinnovato sodalizio, prossimo a scendere in campo nel campionato di Serie C Silver, ha di recente cambiato pelle dal punto di vista societario. Venerdì l'illustrazione dei nuovi programmi, ieri la presentazione alla città
Print Friendly, PDF & Email

La Sutor al circolo La Lucciola, durante la presentazione di ieri sera

MONTEGRANARO – Un incontro tenuto venerdì, in sala consiliare nel primo dopo cena, e la presentazione svolta ieri alle 20.00, presso il circolo La Lucciola nel centro veregrense.

Come già anticipato anche da queste colonne dal rinnovato direttivo societario, il doppio appuntamento si è tenuto per avvicinare quanti più possibile alla squadra ed al nuovo progetto ad essa collegata, che vede nella storica realtà cestistica veregrense il recente approdo di un progetto volto a tenere vivo l’interesse sulla Sutor stessa.

“Sono state due buone serate, del tutto positive e trascorse in amicizia, con lo spirito di coinvolgere quanto più possibile la città. A riprova ecco che le nostre quote corrispondo a 50 Euro per aderire all’associazione come socio simpatizzante, 100 come onorario e 500 per la qualifica di sostenitore – il commento di Lucio Melchiorri, all’interno del nuovo consiglio direttivo che vede Molly Pizzuti ricoprire la carica di presidente, figlia di Marcello, già numero uno gialloblù del passato -. Ad ogni modo, qualsiasi sia la caratura acquisita, in caso di assemblea pubblica il socio di ogni profilo potrebbe dire la sua, anche in ambito votazione, contando sempre uno, per una perfetta base paritaria. Tutto questo è basato su una programmazione di quattro anni, poi in futuro ripianificheremo la nuova rotta. Siamo in crescita, a breve prenderà corpo il resto del direttivo e verrà completato l’organigramma”.

“Non ci siamo mossi a caso per la due giorni – prosegue Melchiorri -. Abbiamo fatto tutto con lo spirito, a nostro avviso giusto, messo in mostra in due serate bellissime ed emozionanti, dal sapore nostalgico. Affatto affidata al caso la scelta logistica: andavo al circolo La Lucciola da sedicenne, a godere delle presentazioni dell’epoca. In merito al roster posso affermare che, entrando in corsa, non è stato argomento di nostra trattazione, ma non per questo chi ci ha preceduto non ha lavorato bene, anzi. Ci sono ragazzi di esperienza e di valore, sul parquet di gara non sfigureremo di certo”.

Paolo Gaudenzi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X