fbpx
facebook twitter rss

Una Biodomenica all’insegna dell’agricoltura e del coinvolgimento delle scuole

ALTIDONA - Al convegno di domenica 1 ottobre al teatro comunale, oltre a Enzo Malavolta, sarà presente anche il presidente nazionale AIAB Vincenzo Vizioli per illustrare i Biodistretti
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Domenica 1 ottobre ad Altidona c’è la giornata nazionale del biologico, una biodomenica presentata oggi nella sala consiliare del comune di Altidona.

E’ il vicesindaco Giuliana Porrà a spiegare che “Ad Altidona e in altre piazze d’Italia sarà promossa l’agricoltura attraverso un momento aperto a cittadini e operatori del biologico durante il quale incontrarsi e scambiare prodotti bio ed esperienze su un tema molto sentito in Valdaso e nei Comuni che compongono il Biodistretto. Una agricoltura rispettosa dell’ambiente e della salute dei cittadini. Altidona – ha ricordato Giuliana Porrà – è capofila dell’Accordo Ambientale d’Area e del Contratto di Fiume, relativo al corso dell’Aso. Il tutto collegato, ovviamente, ai temi del turismo e della tutela dell’ambiente. Grazie all’Associazione Italiana Agricoltura Biologica per aver scelto Altidona”.

Cristina Murri, vicepresidente AIAB Marche: “Abbiamo cercato di coinvolgere quanti più comuni della Valdaso possibile con le iniziative. Vogliamo far conoscere le aziende biologiche e realizzare attività didattica per i bambini delle scuole elementari dell’Unione Comuni Valdaso, con laboratori supervisionati dalle stesse aziende biologiche del Biodistretto. Saranno 5 e si svolgeranno all’interno del Comune di Altidona. Una volta tornati in classe, i bambini realizzeranno disegni o attività artistiche per mostrare la loro immagine del biologico. Verranno poi esposti lungo le vie del paese. I bambini sono invitati anche a portare un frutto o una verdura che andranno a comporre un tavolo della biodiversità”.

Domenica mattina alle 10.30 presso il teatro comunale, ci sarà il convegno “Biodistretto Il Piceno”. Quindi verrà aperta la mostra mercato delle aziende artigiane e biologiche, e ci sarà la premiazione del concorso artistico. All’istituto vincitore sarà data terra e tutto il necessario per fare un orto biologico a scuola. Un ringraziamento, gli organizzatori lo hanno rivolto alla Pro Loco e all’associazione Italiana Sommelier di cui fa parte Stefano Isidori.

“Una iniziativa che abbiamo accolto benissimo – spiega Roberta Nepi della Pro Loco Altidona – perché siamo sempre favorevoli a nuovi progetti. Ci occuperemo della parte gastronomica con la polenta al ragù di scottona biologica, bruschette, costolette, ceci e verdure”.

Conclusioni affidate ad Enzo Malavolta, presidente AIAB Marche che ha ricordato che “il Biodistretto, fondato nel 2013, è una area geografica nella quale vige un accordo per la valorizzazione e promozione delle produzioni ortofrutticole autoctone e della biodiversità locale. In definitiva si salvaguardia l’ambiente. E’ importante che l’agricoltura biologica venga diffusa ancora di più. Per questo domenica 1 ottobre al convegno interverrà anche il sindaco di Cossignano per capire come andare avanti e come estendere il Biodistretto. Purtroppo – ha ricordato Malvolta – la Regione Marche ci ha fatto perdere tempo prezioso non approvando una legge del 2008. Ora per noi è fondamentale creare reti locali per difenderci dalla globalizzazione che rischia di distruggerci. Dobbiamo difendere le nostre identità”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X