fbpx
facebook twitter rss

Il ministro Martina “sta coi contadini” terremotati: a Milano pecorino, lenticchie e vino cotto

AGRICOLTURA - Inaugurazione venerdì 29 settembre nel centro del capoluogo lombardo della struttura voluta dalla Coldiretti
Print Friendly, PDF & Email

(foto Luca Tombesi)

I prodotti delle aziende terremotate marchigiane saranno protagonisti da venerdì 29 settembre al Villaggio Coldiretti, che sarà inaugurato nel centro di Milano, da Piazza del Cannone a Piazza Castello, con il ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina e migliaia di agricoltori, insieme al presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo.

Un’occasione per sostenere le aziende agricole colpite dal sisma, dall’Ascolano al Fermano, fino al Maceratese, impegnate nel tentativo di far ripartire l’economia del proprio territorio. Il mercato dei prodotti terremotati proporrà pecorino dei Sibillini, zafferano, vino cotto e vino e biscotti di visciole, ma anche miele, lenticchie, farro e altri legumi.

Ma al Villaggio Coldiretti #Stocoicontadini si potranno anche scoprire le razze salvate dall’estinzione, dalla capra Girgentana dalle lunghe corna alla pecora gigante bergamasca ma pure i cibi più antichi, quelli più rari, più “eroici”, più “volgari” più “puzzolenti”, più afrodisiaci fino alle new entry arrivate in Italia con l’innovazione. Spazio pure per l’agriasilo per i bambini, l’area orti, giardini e fiori, l’area del benessere naturale e quella sportivo in collaborazione con il Coni e il villaggio delle idee con i giovani dell’Università di Pollenzo.

Il Villaggio è anche l’unico posto al mondo dove per l’intero week end tutti possono vivere per una volta l’esperienza da gourmet con il miglior cibo italiano a soli 5 euro per tutti i menu preparati dagli agrichef con i sapori antichi della tradizione, assieme allo street food. Per l’occasione sarà presentato lo studio Coldiretti su La grande bellezza delle mille campagne italiane” che per la prima volta fotografa nel 2017 la “Svolta degli italiani a tavola” e “La rivoluzione verde che ha cambiato l’Italia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X