fbpx
facebook twitter rss

Contributi a sostegno della famiglia,
ecco il bando regionale

PORTO SANT'ELPIDIO - Il Comune capofila di Porto Sant’Elpidio trasferirà a ciascun Comune dell’Ambito XX la quota del fondo di spettanza così come determinato dalla Regione Marche
Print Friendly, PDF & Email

E’ indetto un Bando regionale per l’assegnazione di contributi a sostegno della famiglia, in attuazione della L.R. 30/1998 e della D.G.R. n. 1579/2016.
Possono partecipare i cittadini italiani, comunitari, extracomunitari in possesso di carta e/o permesso di soggiorno in corso di validità, residenti da almeno un anno (anche cumulativo) in uno dei Comuni dell’Ambito XX, ovvero Porto Sant’Elpidio, Sant’Elpidio a Mare o Monte Urano che, alla data di presentazione della domanda, rientrano in una delle seguenti fattispecie:

A) nuclei familiari anagrafici composti solo da una donna in stato di gravidanza oppure solo da una donna con figlio/i
minorenne/i, nella condizione di non coniugata ovvero separata legalmente/divorziata/vedova, con un Isee pari o
inferiore a 10.000 euro a norma del D.P.C.M. 159/2013
B) nuclei familiari anagrafici con un numero di figli minorenni pari o superiore a tre, con un valore ISEE pari o
inferiore a 13.000 euro a norma del D.P.C.M. 159/2013
C) nuclei familiari anagrafici con un valore Isee pari o inferiore a  7.500 euro a norma del D.P.C.M. 159/2013
Il contributo è incompatibile con l’aver presentato per l’anno 2016 domanda per l’assegno del nucleo familiare con
almeno tre minori concesso dal Comune di residenza. L’entità del contributo è fissata nella misura minima di 400 euro fino a esaurimento dei fondi disponibili.
“Il Comune capofila di Porto Sant’Elpidio trasferirà a ciascun Comune dell’Ambito XX la quota del fondo di spettanza così come determinato – fanno sapere dallo stesso Comune di Porto Sant’Elpidio – dalla Regione Marche. Ciascun Comune dell’Ats 20 procederà ad integrare tale somma con la quota di cofinanziamento richiesta dalla Regione Marche con D.G.R. 1579/2016. Ciascun Ente procederà quindi
all’istruttoria e provvederà alla formazione della graduatoria dei beneficiari ed alla conseguente liquidazione per
ciascuna tipologia di intervento, secondo il seguente ordine di priorità:
1. donne sole, in stato di gravidanza o con figli;
2. famiglie con numero di figli pari o superiore a tre;
3. famiglie in situazione di disagio economico e sociale.
La richiesta di contributo, redatta su apposito modulo predisposto dall’Ambito XX, corredata della
documentazione richiesta, dovrà pervenire all’Ufficio Servizi Sociali dei Comuni di residenza dei richiedenti dal
09/10/2017 al 11/11/2017.
Gli interessati potranno reperire i modelli di domanda, presentare domanda, e richiedere ulteriori informazioni presso l’ufficio Servizi Sociali sito al Primo Piano di Villa Murri dal lunedì al sabato, dalle 09.00 alle 13.00 (tel. 0734/908308 – 7); Copia integrale del bando è disponibile sul sito internet www.ambito20.it per ulteriori informazioni scrivere a [email protected]”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X