facebook twitter rss

Mercati di sbocco per le imprese fermane:
l’impegno di Confindustria
nell’internazionalizzazione

FERMO - Il direttore Tosi: "Uno degli obiettivi che perseguiamo è proprio la tutela degli interessi delle imprese associate cercando di favorirne lo sviluppo. Per questo l’internazionalizzazione e l’approccio ai mercati esteri sono argomenti che Confindustria continuerà ad affrontare anche nei prossimi mesi con una serie di incontri mirati affidati a professionisti”
Print Friendly, PDF & Email

di Nunzia Eleuteri

Dopo l’appuntamento del 29 settembre scorso (leggi articolo) si torna a parlare di internazionalizzazione alla sede di Confidustria Fermo in via Respighi. Un percorso che l’associazione di categoria sta seguendo con l’obiettivo di fornire risposte agli iscritti su una domanda oggi divenuta fondamentale:“Quale è la scelta migliore per la mia azienda?”. Oltre al direttore Giuseppe Tosi, presenti questo pomeriggio, Alessandro Nardone e Mario Fantaccione, Sales account di Bureau van Dijk, società leader nel settore della business information grazie a piattaforme idonee ad analizzare mercati di riferimento di ogni genere. 

L’incontro, dal titolo “L’internazionalizzazione dell’impresa: opportunità, rischi e vantaggio competitivo”, è stato focalizzato soprattutto sui mercati emergenti importanti per le aziende Fermane come sbocco per il Made in Italy in genere. 

 

 

Il direttore Giuseppe Tosi

Proprio il direttore Tosi ha esordito spiegando: ”Uno degli obiettivi che perseguiamo è proprio la tutela degli interessi delle imprese associate cercando di favorirne lo sviluppo. Per questo l’internazionalizzazione e l’approccio ai mercati esteri sono argomenti che Confindustria continuerà ad affrontare anche nei prossimi mesi con una serie di incontri mirati affidati a professionisti”. I presenti hanno potuto confrontarsi con gli esperti su analisi personalizzate, da concordare e pianificare con costi agevolati per gli associati grazie alla convenzione siglata con Bureau van Dijk che si occupa di oltre 250 milioni di aziende nel mondo. Il ricco patrimonio della banca dati permette un’erogazione di servizi che vanno dal reperimento delle informazioni commerciali su clienti o fornitori fino alla ricerca e acquisizione di controparti estere fruendo di un sistema di monitoraggio dei concorrenti o partner.

La piattaforma consente di filtrare le informazioni utili attraverso la parole chiave di interesse (dal codice Ateco al numero di dipendenti, dalla posizione geografica alla data di “nascita” dell’azienda e così via lungo un percorso quasi infinito di possibilità).  Un servizio molto utile, fruibile a consumo e senza vincoli di abbonamento che  va ad aggiungersi agli altri vantaggi che Confindustria offre agli iscritti. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X