facebook twitter rss

Fossombrone piega le
resistenze della Icubed Pedaso

SERIE C SILVER - Netta la supremazia della squadra di coach Giordani, a gestire ampie fasi della gara. Gli uomini di Ionni rispondono con un sussulto d'orgoglio concretizzato nel terzo periodo, presto ricacciato al mittente. Finisce con il +21 pesarese, 48 - 69
Print Friendly, PDF & Email

PEDASO – Pesante sconfitta per l’Icubed Pedaso, che viene battuta dal Fossombrone e deve quindi rimandare l’appuntamento con il primo successo casalingo dell’anno.
Si sapeva che al cospetto della formazione biancoverde non sarebbe stato facile portare a casa i due punti e di certo il grave infortunio al ginocchio occorso in settimana a Sagripanti (cui vanno i nostri migliori auguri di pronta guarigione) ha ulteriormente complicato già in partenza i piani di coach Ionni.

Sul campo, poi, non c’è stata quasi mai partita. Fossombrone ha confermato le buone cose viste in questo inizio di stagione, prendendo un vantaggio molto largo già nel primo tempo e resistendo al sussulto d’orgoglio dei padroni di casa nel terzo quarto. Pedaso, invece, ha pagato in primis le pessime percentuali al tiro da fuori, che hanno vanificato in molti casi anche attacchi ben costruiti: difficile pensare di vincere mettendo appena 48 punti a referto.

IL TABELLINO

ICUBED PEDASO 48: D’Amico ne, Piergentili ne, Meconi 9, Di Angilla 8, Tombolini 17, Ortenzi 6, Traini, Valentini 8, Albertazzi, Capponi. All. Ionni

FOSSOMBRONE BASKET 69: F. Savelli 11, Cicconi Massi 15, Tadei 7, Vicario 5, L. Savelli 10, Morresi, Clementi 11, Barantani 2, Cecchini ne, Ravaioli 8, Serafini ne. All. Giordani

PARZIALI: 12 – 22; 19 – 39; 38 – 52

LA CRONACA

Ionni conferma per 4/5 il quintetto base di questo inizio di stagione sostituendo l’infortunato Sagripanti con Traini. Dall’altra parte coach Giordani in avvio schiera i fratelli Savelli, Tadei, Ravaioli e Cicconi Massi.

Fossombrone inizia subito forte e con un paio di triple di Tadei e un canestro di Cicconi tocca rapidamente il +7 sul 9-16. Dopo un discreto avvio, l’attacco pedasino si pianta nella seconda metà della frazione e quando nelle battute finali Ravaioli piazza due bombe di fila il vantaggio ospite arriva già in doppia cifra (12-22 al primo mini intervallo).

L’Icubed continua a sparare a salve da tre anche in apertura di secondo quarto e i numerosi errori su conclusioni in molti casi anche aperte e di qualità alla lunga fanno emergere un certo scoramento tra le fila biancorosse.

Fossombrone allora ne approfitta con grande cinismo allungando fino al +23 (14-37) con un mortifero parziale di 2-15.

Prima di andare negli spogliatoi per l‘intervallo lungo (cui si arriva sul punteggio di 19-39), però, Pedaso dimostra con un paio di giocate di energia di essere viva e di avere ancora voglia di giocarsela e in effetti i primi minuti del terzo quarto sono il miglior spezzone della serata degli uomini di coach Ionni. Meconi con un paio di triple in fila suona la carica, Tombolini raccoglie l’invito realizzando due liberi e un’altra bomba e in men che non si dica l’Icubed, spinta anche dal pubblico, rinvigorito dall’atteggiamento dei suoi beniamini, si riporta sotto la doppia cifra di vantaggio (33-41), costringendo Giordani al timeout. E’ però solo un fuoco di paglia. Fossombrone gestisce con maturità l’unico momento di sbandamento della sua partita, le percentuali dei padroni di casa tornano ad abbassarsi e all’ultimo mini intervallo lo spavento per gli ospiti sembra già archiviato (38-52 il parziale).

Così è, in effetti, perché Pedaso ha semplicemente troppo poco in attacco per poter mettere in piedi una rimonta e Fossombrone ha dunque gioco facile non solo a gestire il vantaggio, ma anche ad incrementarlo ulteriormente fino al +21 finale (48-69).


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X