facebook twitter rss

Assaltate due tabaccherie:
a Marina palmense
il colpo va a segno

FERMO/PORTO SAN GIORGIO - Nel rione costiero di Fermo rapina andata a segno. Saltata, invece, quella tentata, sempre a danno di una tabaccheria, pochi minuti prima, nel quartiere sud di Porto San Giorgio
Print Friendly, PDF & Email

La polizia davanti alla tabaccheria rapinata

di Giorgio Fedeli (foto Simone Corazza)

Due colpi, uno tentato e uno fallito, quelli messi a segno questa mattina, nel giro di pochi minuti tra Porto San Giorgio e Marina palmense. Partiamo proprio dal quartiere costiero di Fermo dove un malvivente è riuscito a mettere a segno il colpo a danno della tabaccheria in via della Libertà. Un ragazzo, infatti, ha fatto irruzione nell’attività commerciale, con il volto travisato da un passamontagna, e ha intimato alla commessa, presente nella tabaccheria insieme a una cliente, di consegnarle il denaro in cassa.

Poi, visto che la cassa non si apriva, ha arraffato direttamente il registratore ed è scappato. Alcuni testimoni oculari raccontano di aver visto quel giovane aggirarsi nel corso della mattinata a Marina palmense, in sella a una bici, anche se poi qualcuno lo ha notato saltare a bordo di un’auto parcheggiata dalle parti di via della Libertà. E ancora, c’è anche chi ha visto che, nella fuga, al ragazzo, dalla tasca, è caduto un coltello che, però, non ha estratto in tabaccheria nonostante la mano all’interno del giubbino come a voler comunicare di essere armato.

Non si esclude, a questo punto, che possa trattarsi dello stesso losco individuo che, con il volto travisato, disarmato, pochi minuti prima ha provato a rapinare anche una tabaccaia che ha la sua attività in via Rossini, quartiere sud di Porto San Giorgio. Ma in questo caso la donna, con incredibile sangue freddo, minacciando il rapinatore con un righello, è riuscita a metterlo in fuga e a evitare la rapina. Sul colpo a Marina palmense indaga la polizia mentre quello tentato a Porto San Giorgio è materia per i carabinieri. Entrambe le attività commerciali non sono, purtroppo, nuove a rapine. Quella di Marina palmense ne ha subita una qualche anno fa, la tabaccaia di Porto Sna Giorgio, ivnece, ha iniziato subire l’assalto della criminalità addirittura a 18 anni con una rapina a mano armata.

Il dirigente del commissariato di Fermo, Leo Sciamanna, sul luogo del colpo

La tabaccheria di via Rossini, a Porto San Giorgio


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti