facebook twitter rss

De Carli presenta ‘Popolo della Famiglia’:
“Lavoriamo a una lista per le comunali,
da soli alle elezioni politiche”

PORTO SANT'ELPIDIO - Mirko De Carli, nel corso del convegno 'Famiglie unite contro un Governo che opprime', ha aperto la campagna elettorale del movimento cattolico
Print Friendly, PDF & Email

“Una città, Porto Sant’Elpidio, protagonista ieri di due eventi. Matteo Renzi scendeva dal trenino per una sosta nel Comune; obbiettivo del popolare politico: andare a pesca di consensi in vista delle prossime elezioni. Qualche ora dopo, entrava in scena Mirko De Carli, dirigente del movimento politico di ispirazione cattolica il Popolo della Famiglia. Il leader del nuovo movimento ha presenziato un convegno dal titolo ‘Famiglie unite contro un Governo che opprime’. La famiglia il pubblico presente – fanno sapere gli organizzatori dell’incontro con De Carli – un centinaio di genitori desiderosi di un rinnovamento profondo.
De Carli ha contestato tutta la linea politica del Governo, dallo Ius Soli, all’impoverimento delle famiglie sempre più affamate dalle tasse, l’imposizione dell’ideologia gender, il decreto vaccini, sino all’utero in affitto che rappresenta la logica consumistica verso la donna considerata un oggetto di soddisfacimento per avidità personali.
Il dirigente del PdF (Popolo della Famiglia) ha accusato il governo di aver distrutto la centralità delle scelte familiari: “il ruolo della Famiglia è centrale e predominante e nessuno può sostituirsi alle scelte dei genitori, tanto meno un Governo non eletto, con un Parlamento dichiarato incostituzionale che ha accelerato processi normativi fondamentali per la nostra società, senza una democratica discussione nel Paese”.
De Carli ha ufficialmente aperto la campagna elettorale del movimento cattolico precisando che il Popolo della Famiglia si presenterà da solo e senza alcuna alleanza alle prossime elezioni nazionali ed inoltre sta lavorando con le famiglie di Porto Sant’Elpidio per presentare la sua lista alle imminenti elezioni comunali”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti