facebook twitter rss

Montanini al vetriolo sui referendum,
Senzacqua non la manda giù:
“Non rappresenta le Marche, anzi ci danneggia”

PORTO SAN GIORGIO - Il coordinatore sangiorgese della Lega nord, Fabio Senzacqua, alza le barricate dopo l'ultimo intervento sul piccolo schermo dello stand up comedian che ha pronunciato parole al vetriolo sul referendum in Veneto e Lombardia
Print Friendly, PDF & Email

Fabio Senzacqua

Il coordinatore comunale della Lega nord, Fabio Senzacqua, proprio non ha mandato giù il monologo di Giorgio Montanini nell’ultima sua comparsa sul piccolo schermo. Un monologo in cui, tra i vari argomenti, lo stand up comedian fermano ha detto la sua, colpendo duro, sui referendum in Veneto e Lombardia. “Speravo di sbagliarmi qualche mese fa quando attaccai Giorgio Montanini, invece avevo ragione. Il vergognoso monologo di Giorgio Montanini andato in onda su Italia 1 durante le Iene, ha portato grave discredito alle Marche e ai marchigiani. Sorvolando sull’assoluta ignoranza in merito al contenuto e al significato del referendum lombardo-veneto, e sull’estrema volgarità espressa, la cosa che a me preme di più sottolineare è l’assoluta mancanza di rispetto verso i veneti tutti e verso i cinque milioni di cittadini che pacificamente hanno espresso il loro voto in un vero e proprio trionfo della democrazia. Voglio essere io, da marchigiano a portare le mie scuse a nome delle Marche ai veneti ed ai lombardi, che, in moltissimi commenti al video in questione hanno espresso il loro disappunto, nei confronti di Montanini e i marchigiani identificando il comico con le Marche, visto che il monologo inizia proprio dicendo, ‘io sono delle Marche’.

Giorgio Montanini

Nelle Marche abbiamo varie figure che hanno danneggiato e danneggiano pesantemente la nostra regione. Adesso che ci si metta anche questo comico ad aggiungere discredito mi sembra troppo. Onore alle Marche, al Veneto alla Lombardia e all’Italia tutta. Mi auguro che Montanini si scusi, e che Mediaset, che è un emittente seria e rispettabile, prenda le distanze da quanto andato in onda qualche giorno fa. E in ultimo chiedo pubblicamente a Giorgio Montanini, se dopo questa performance avrà la possibilità di “esibirsi” su emittenti nazionali, di non presentarsi come marchigiano”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti