facebook twitter rss

Riapre la trattoria Excelsior e l’Espresso
premia Damiani & Rossi e L’Arcade,
Marcattili: “Settimana d’oro”

PORTO SAN GIORGIO - Alla Leopolda di Firenze premiati Nikita Serveev, Aurelio Damiani e Ornella Rossi
Print Friendly, PDF & Email

 

Camillio Iommi con i figli

Settimana d’oro per l’enogastronomia sangiorgese. In una manciata di giorni sono arrivate positive notizie su più fronti. Dopo un periodo di chiusura, come già annunciato da Cronache Fermane, è cambiata la gestione della storica trattoria Excelsior, in piazza della Marina (leggi l’articolo). La struttura vanta quasi 100 anni di attività. Sarà guidata da Camillo Iommi, affiancato dai figli Giorgio e Niccolò.
“Pensiamo di dare il nostro contributo per una maggiore frequentazione del centro cittadino – spiega il titolare – oltre ai posti nel rinnovato locale avremo un gazebo in via Trevisani. Intendiamo proporre una cucina tipica della tradizione marinara, pesce povero rivisitato e pescato secondo la disponibilità. Siamo aperti a pranzo e cena, la chiusura avverrà domenica sera e lunedi”.

 

Venerdì scorso, inoltre, la guida L’Espresso “Ristoranti d’Italia” ha premiato due locali cittadini inserendoli tra i vertici della migliore cucina nazionale.

 

Aurelio Damiani

Alla stazione Leopolda di Firenze i vini sono stati celebrati insieme ai nomi di punta della ristorazione Made in Italy, con la presentazione della quarantesima edizione del volume, punto di riferimento del mondo del vino e della nuova cucina italiana. Riconoscimenti sono andati ai sangiorgesi “L’Arcade” di Nikita Sergeev e “Damiani & Rossi” di Aurelio Damiani e Ornella Rossi. Attribuiti al primo i “due cappelli” nella speciale classifica ed uno al secondo con aggiunta dello speciale “Premio trattoria”.
Un plauso arriva dall’assessore al Commercio Giampiero Marcattili: “La ristorazione è stata sempre motivo di vanto e di punta per la città, i nostri esercenti si sono sempre distinti per la loro professionalità ed il rapporto qualità-prezzo nel territorio Fermano. Ci sentiamo di sostenerli e ringraziarli perché veicolano positivamente l’immagine della città fuori dalle proprie mura.

Nikita Sergeev

Due ristoranti premiati a livello nazionale è un orgoglio per la cittadinanza.
Un ‘in bocca al lupo’ va all’amico Camillo Iommi, ristoratore di vecchia data e dalla grande esperienza che ha ridato vita ad una trattoria a noi cara. Ci auguriamo che le aperture e gli avvicendamenti nelle gestioni che abbiamo salutato in questi mesi siano da stimolo per tutto il tessuto commerciale”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti