facebook twitter rss

Centro storico, Beverati:
“Da noi impegno costante ma è dura
dialogare con chi attacca sempre”

MONTEGRANARO - L'assessore al centro storico: "Criticate anche la segnaletica orizzontale. E' evidente che si approfitta ogni volta di un espediente per sparare addosso all'amministrazione"
Print Friendly, PDF & Email

Giacomo Beverati

Le associazioni Città Vecchia, Arkeo e Labirinto lamentano di non essere state coinvolte dall’assessore Beverati nella programmazione per la riqualificazione il centro storico (leggi l’articolo). E la replica dell’assessore non si fa attendere: “Nel rispondere a Città Vecchia, Arkeo e Labirinto parto da una domanda: come si può avere un dialogo sereno con esponenti del mondo associativo che fanno continuamente attacchi pesantissimi, dalle loro pagine social (con frasi ai limiti della querela) o fanno dichiarazioni degne di un partito politico, magari pochi minuti dopo aver avuto un confronto a quattro occhi con il sottoscritto? A me queste, con tutto il rispetto per le diversità di opinioni, continuano a sembrare posizioni di chiara matrice politica.

Ma veniamo al nodo: è inutile, credo, ribadire da quanti anni il centro storico abbia problemi. Noi stiamo provando ad affrontarli e a gettare le basi per risolverli in un periodo di tempo ragionevole. E vogliamo farlo, come abbiamo sempre ribadito e dimostrato, insieme alla città.
C’è però un limite invalicabile che è quello del rispetto reciproco. Chiedo quindi, per restare su fatti recenti, con quale esperienza professionale si possa avanzare una critica sul rifacimento della segnaletica orizzontale, disciplinate dal Codice della Strada e con un ufficio comunale preposto assolutamente competente e preparato per affrontare questo aspetto? Non sono né Beverati né le associazioni cittadine che stabiliscono come debbano essere definiti gli spazi di sosta. E’ evidente, quindi, che si approfitta ogni volta di un espediente per sparare addosso all’amministrazione, anche quando questa accoglie favorevolmente le proposte che vengono dalle associazioni. E spesso lo si fa con una supponenza sbalorditiva: una volta per i tempi lunghi, l’altra perché non piace quel particolare e via dicendo.

Sul team di progettazione, ho già spiegato, e non solo verbalmente, che questo è stato selezionato tramite bando a fine giugno, che la convenzione è stata fatta un mese dopo e che la sua operatività è partita a fine agosto. È chiaro, oltre che doveroso, che convocheremo le associazioni quando lo screening del team di progettazione sarà maturo per permettere un confronto concreto con le stesse associazioni. È questione di qualche settimana perché nessuno qui resta con le mani in mano ad aspettare miracoli: l’amministrazione comunale sta lavorando, il team sta lavorando. E noi come giunta, ci tengo ad evidenziarlo, non ci facciamo dettare l’agenda da altri che puntano solo ad una inutile polemica politica che non serve alla città. Ingiungere formalmente i tempi per gli incontri con un linguaggio assurdo dimostra come manchi completamente il rispetto, oltre che il senso, delle istituzioni e dei ruoli. Con questi presupposti vedo poco spazio per dialogare, ma la porta ovviamente resta sempre aperta.

Concludo dicendo che cominceremo in tempi brevi il restauro di piazzetta delle Erbe, un’opera importante per il centro storico ed un segnale inequivocabile del nostro obiettivo: riqualificare questa zona cruciale per tutta la città di Montegranaro”.

Arkeo, Città Vecchia e Labirinto: “Ignorati sulla progettazione per il centro storico”

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti