facebook twitter rss

Montecosaro di un “Ulivello” superiore,
la Pinturetta subisce un altro poker

PROMOZIONE - L'attaccante giallorosso fa tripletta e stende da solo la formazione ospite. Terzo risultato utile consecutivo per i maceratesi e seconda vittoria in sette giorni. Accenno di crisi per gli elpidiensi: un gol segnato e nove subiti nelle ultime tre gare. Secondo poker in trasferta consecutivo dopo il 4-0 rimediato a Treia
domenica 12 novembre 2017 - Ore 01:17
Print Friendly, PDF & Email

MONTECOSARO (MC) – Continua il periodo no della Pinturetta Falcor: terza sconfitta nelle ultime tre gare con nove reti al passivo. Nella sponda opposta si rialza il Montecosaro, che dopo l’avvio di stagione caratterizzato da più bassi che alti trova il terzo risultato utile consecutivo. 

IL TABELLINO

MONTECOSARO 4 (4-2-3-1): Torresi; Baiocco Simone, Squarcia, Benfatto, Quintabà; Rapacci, Baiocco Luca; Pistelli, Pietrella, D’Angelo; Ulivello. A disposizione: Gentili, Frittella, Berrettoni, Marziali, Bartolini, Tramannoni, Mazzante. All. Andrea Mazzaferro

PINTURETTA 1 (4-4-1-1): Iacopini; Cardinali, Gobbi, Vallesi Matteo, Vergari Alessandro; Cicchini, Vukelic, Vergari Eros, Dragjoshi; Mancini; Spagna. A disposizione: Vallesi Luca, Benigni Postacchini, Olivieri Matteo, Cancellieri, Birilli Maicol, Olivieri Carlo. All. Jacopo Birilli

RETI: Ulivello, Rapacci, Ulivello, Ulivello, Mancini

ARBITRO: Vincenzo Giuseppe Montanelli di Ascoli Piceno, Stefano Principi di Ancona, Marco Leombruni di Macerata

Matteo Ulivello ai tempi del Chiesanuova

L’ANALISI

Qualora nei posticipi domenicali Chiesanuova (in casa contro Jrvs Ascoli) e Sangiorgese (in trasferta contro la Futura 96) dovessero vincere, si creerebbe  una sfaldatura tra le prime otto della classifica e le ultime otto, dividendo così la graduatoria precisamente a metà e creando un gap di 7 punti.

Pinturetta e Montecosaro devono sperare che questo non accada, perché più la classifica rimarrà corta più saranno le possibilità di agganciare le squadre che le precedono strada facendo. Ora come ora, la bagarre nelle zone basse di classifica vede sei squadre nello spazio di tre punti, quindi è ancora troppo presto per parlare di playout, eccezion fatta per la Jrvs Ascoli che fatica ancora a carburare.

L’obiettivo comune è la salvezza, ma il campionato è uno dei più equilibrati di sempre, quindi fino a maggio il discorso rimarrà aperto. A meno di cambiamenti per ora le sorprese sono dietro l’angolo: ad esempio la big vince lo scontro diretto al vertice ma poi cade nella tana della matricola. Nel girone B di Promozione quest’anno non c’è nulla di scontato e le due squadre in esame lo stanno capendo a loro spese: il Montecosaro sotto di due con la Sangiorgese, rimonta e rischia di vincerla, la Pinturetta sorride con il Chiesanuova, sfiora il pari con l’Atletico Piceno, ma poi inciampa sugli ostacoli meno prevedibili, Aurora Treia e lo stesso Montecosaro. Tra sette giorni tour de force in casa dell’Helvia Recina per la formazione maceratese allenata da Mazzaferro e test della verità per ritrovare l’identità smarrita per i ragazzi di Birilli, i quali ospiteranno il Trodica al Belletti di Porto Sant’Elpidio.

Leonardo Nevischi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X