facebook twitter rss

Giuliana Sgrena apre il Premio Volponi: ecco gli appuntamenti fino al 2 dicembre

FERMANO - Dopo gli spettacoli di anteprima, Giuliana Sgrena ospite di Parlare Futuro apre oggi al teatro comunale di Porto San Giorgio la seri di incontri che si chiuderanno con le premiazioni
giovedì 16 novembre 2017 - Ore 10:26
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Presentata nella sede di uno dei partner della manifestazione, la Coop Alleanza 3.0, la XIV edizione del Premio letterario nazionale “Paolo Volponi”, dedicato allo scrittore e parlamentare della Repubblica scomparso nel 1994. Gli appuntamenti della rassegna si svolgeranno in vari comuni del Fermano. Dopo le prime date già anticipate ieri, il programma del Premio Volponi proseguirà giovedì 23 novembre alle ore 21 alla BIMP di Pedaso con “La lingua della foresta”, proiezione e conversazione sugli Yanomami e l’Amazzonia con interventi di Angelo Ferracuti e Loretta Emiri. Nella conferenza stampa di presentazione, cui hanno partecipato tra gli altri Giuseppe Buondonno e Angelo Ferracuti, è stato Carlo Bruti, vicesindaco di Pedaso a esprimere “soddisfazione per aver partecipare con lo spettacolo di apertura svolto sabato al al cineteatro Valdaso e per l’ulteriore appuntamento alla BIMP il 23 novembre. Un evento che contribuisce a fare promozione alla cittadina e a portare l’attenzione su tematiche che meritano di essere ponderate sia sul piano dell’impegno che della convivenza civile”.

Venerdì 24 novembre alle ore 21 a Montegranaro PhilosofArte presenta il libro di poesie di Tommaso Di Francesco “Reificar” in una discussione con Massimo Raffaeli, critico letterario. La consigliera comunale Laura Latini di Montegranaro ha ricordato: “da sempre abbiamo avuto la fortuna di ospitare un incontro della rassegna. Grazie agli organizzatori per lo sforzo immane che fanno per portare avanti il premio”.

Domenica 26 novembre alle ore 18 alla Sala Castellani di Porto San Giorgio presentazione del libro a cura di Emanuele Giordana “Viaggio all’Eden. Da Milano a Kathmandu” moderata da Giuseppe Buondonno. Il comune capofila di Porto San Giorgio era rappresentato in conferenza stampa da Elisabetta Baldassarri che ha ricordato: “il premio Volponi è nato a Porto San Giorgio nel 2004 ed relativo a letteratura e impegno civile, scopo che quest’anno si è raggiunto in pieno. Importante l’estensione delle attività destagionalizzate in modo da farlo proseguire durante l’anno. Nonostante la riduzione delle risorse economiche provenienti dalla Regione Marche noi ci siamo anche quest’anno”. Poi la stessa Baldassarri ha lanciato la proposta: “Diamo la disponibilità a collaborare per la progettazione delle prossime edizioni di Aldo Bonomi, sociologo vicino a Volponi”.
Poi è stato il vicesindaco Francesco Trasatti, a ribadire la “presenza di Fermo nella rete organizzativa di un premio che di anno in anno rappresenta un momento di approfondimento sul tema dell’immigrazione, dei diritti, del lavoro e della letteratura civile. Verranno organizzati anche momenti di approfondimento e di incontro con le scolaresche del capoluogo. La Mostra al Buc Machinery – ha spiegato ancora l’assessore alla Cultura, Trasatti – sarà aperta al mattino alle scuole. In un momento storico come questo c’è bisogno di appuntamenti di approfondimento ai quali portare il cervello anziché la pancia”.
Martedì 28 novembre alle 18, quindi, al Buc Machinery nel centro di Fermo, verrà inaugurata la mostra “Gramsci e il Novecento” a cura dell’Istituto Gramsci Marche con presentazione del libro di Giuseppe Lupo “Gli anni del nostro incanto” in un dialogo con Angelo Ferracuti. Ancora a Fermo, mercoledì 29 novembre alle 10 presso l’aula magna dell’istituto superiore ITT “Montani” si svolgerà una lezione di Giuseppe Lupo agli studenti delle scuole superiori intitolata Il romanzo e la fabbrica. Giovedì 30 novembre dalle ore 8.15 sarà coinvolta un’altra scuola: l’ITET “Carducci – Galilei” con la presentazione del libro della giornalista Laura Tangherlini “Matrimonio siriano” in cui interverrà l’autrice in un incontro in collaborazione con il Tavolo della Legalità della provincia di Fermo. In serata alle ore 21.15 il teatro comunale di Porto San Giorgio ospiterà la presentazione del libro di un’altra giornalista, Tiziana Ferrario, “Orgoglio e pregiudizi” presentato dalla stessa autrice intervista da Andrea Braconi. Venerdì 1 dicembre alle 21 il Premio Volponi si sposta in montagna, ad Amandola in Sala consiliare per una lettura scenica di testi di Giacomo Leopardi e Paolo Volponi a cura di Davide Dapporto e Giacomo Maroni con la voce di Samantha Michela Capitoni intitolata “Natura cortese: tra Leopardi e Volponi”.

La giornata conclusiva si svolgerà sabato 2 dicembre alle 10 all’aula magna del Liceo Scientifico “Onesti” di Fermo quando gli autori finalisti coordinati da Marco Filoni incontreranno gli studenti con interventi di Giosuè Calaciura, Matteo Nucci, Vitaliano Trevisan. In serata alle ore 21 la serata finale al teatro comunale sangiorgese sarà condotta dal giornalista Giorgio Zanchini con Elio De Capitani che leggerà Paolo Volponi e la musica dal vivo di Marco Airaghi (tastiere) e Maurizio Moscatelli (Sassofono). In questa occasione verranno assegnati i premi: “Cultura e impresa” all’associazione “Sibillini, segreti e sapori”; premio “Stefano Tassinari” per l’opera prima ad Athos Zontini, Orfanzia; premio “Mario Dondero, per l’impegno civile” alla fotografa Letizia Battaglia. Come già anticipato nell’articolo precedente i libri finalisti dell’edizione 2017 del Premio Letterario Paolo Volponi sono: “Borgo vecchio” (Sellerio) di Giosuè Calaciura; “E’ giusto obbedire alla notte” (Ponte alle Grazie) di Matteo Nucci; “Works” (Einaudi) di Vitaliano Trevisan.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X