facebook twitter rss

Torna il gol ma non la vittoria,
Porto Sant’Elpidio bloccato
sul terzo pari consecutivo

ECCELLENZA - Un pareggio che sa peggio di una sconfitta per la formazione rivierasca. Gara dominata in lungo e in largo dagli elpidiensi, che mancano di cinismo per chiudere l'incontro e si fanno recuperare con l'unico tiro in porta dei rossoblù a 7 minuti dal termine
sabato 25 novembre 2017 - Ore 20:33
Print Friendly, PDF & Email

Il gol del vantaggio firmato da Riccardo Cingolani

PORTO SANT’ELPIDIO – Ancora una volta è la legge del gol ad avere ragione. Quando si sbagliano troppe chance per segnare, alla fine va a finire che il gol lo si subisce. Quest’oggi il Porto Sant’Elpidio ha dominato letteralmente la Pergolese, ma è riuscito a portare a casa solo il minimo sindacale. Cuccù e compagni creano almeno dieci limpide occasioni da rete, ma vuoi la sfortuna, vuoi la mancanza di cinismo, vuoi un reattivo Niosi, non riescono a mettere al sicuro il vantaggio e capitolano a pochi minuti dal triplice fischio a causa dell’eurogol del giovane Antonio Tedesco, che segna da oltre 30 metri sorprendendo Melillo

Due punti in più in classifica avrebbero fatto comodo come il pane alla formazione allenata da Stefano Cuccù, sia per il morale conseguente alla vittoria, sia per approfittare in pieno della sconfitta del Loreto e sia per risalire la china. Anche perché, se non si sfruttano gare come questa, dove l’avversario non effettua nemmeno un tiro in porta, come si può pensare di far risultato contro squadre che il gol ce l’hanno nel sangue? A tal proposito, tra una settimana ci sarà il Porto d’Ascoli, una formazione che nelle ultime tre gare ha messo a segno ben 14 reti.

L’esultanza degli elpidiensi al vantaggio

IL TABELLINO

PORTO SANT’ELPIDIO 1 (3-4-1-2): Melillo; Castracani, Mengo, Nicolosi (40′ st Ribichini), Stortini; Balestra (23′ st Belletti), Ionni, Chiappini; Marozzi (23′ st Simoni); Cingolani (37′ st Islami), Cuccù Riccardo. A disposizione: Smerilli, Giacomozzi, Rufo. All. Stefano Cuccù

PERGOLESE 1 (4-3-2-1): Niosi; Guerra, Vitali, Anastasi, Lattanzi (15′ st Tarsi); Righi, Carbonari, Gallotti (10′ st Chiarucci); Bondi, Lasku (28′ st Tedesco); Antonioni. A disposizione: Ottavi, Gomez, Marini, Donnini. All. Omar Manuelli

RETI: 18′ st Cingolani, 38′ st Tedesco

ARBITRO: Diego Castelli di Ascoli Piceno, assistenti Marco Scarpetti di San Benedetto del Tronto, Francesco Feliziani di San Benedetto del Tronto

NOTE: Ammoniti Anastasi, Lattanzi, Bondi, Carbonari, Islami; corner 3 – 7; recupero +0′ +5′

LA CRONACA

Gara sicuramente ricca di emozioni: in campo per il Porto Sant’Elpidio, fuori per la Pergolese. Di fatto, al termine delle ostilità, al rientro negli spogliatoi, due giocatori della formazione pesarese sono venuti alle mani. Per la precisione si trattava di Enrico Antonioni e Andrea Chiarucci, figlio del presidente Paolo. Dopo un acceso battibecco, il primo colpiva con una testata, il secondo rispondeva con un pugno.

Per quanto riguarda la cronaca sportiva, il Ferranti si è fatto teatro di una netta supremazia elpidiense. Dopo soli 10′ minuti già Cingolani ha sui piedi il pallone del possibile vantaggio, ma giunto a tu per tu con l’estremo Niosi preferisce cercare Riccardo Cuccù in mezzo all’area, senza trovarlo. Dieci minuti più tardi è la volta di Marozzi, che dopo aver duettato con Cuccù, si vede parare la conclusione dal reattivo portiere ospite. Al 25′ Carbonari sfiora l’autorete mettendo in corner.

Nella ripresa il canovaccio non cambia. Pergolese spettatore non pagante, Porto Sant’Elpidio arrembante alla ricerca del gol che manca ormai da 428 minuti. Al 18′ a sbloccare l’anemia da gol dei rivieraschi non potevano che pensarci i gemelli del gol Cuccù e Cingolani. Uno-due tra i due attaccanti principi del Porto Sant’Elpidio con Cuccù che serve nuovamente con un lob morbido Cingolani e quest’ultimo insacca con un diagonale preciso. La difesa della Pergolese no, il triangolo non lo aveva considerato. Dopo il vantaggio i padroni di casa continuano a macinare alla ricerca del raddoppio, ma i vari tentativi di Marozzi, Cingolani, Belletti e in ultimo Cuccù, che solo davanti a Niosi non riesce sorprendentemente a segnare, non portano frutti. Così al 83′ Antonio Tedesco fa uscire dal cilindro una conclusione da favola dai 35 metri, che trova il giro giusto, scavalca Melillo e termina la sua corsa in rete. Il gol cambia definitivamente l’inerzia della partita e il Porto Sant’Elpidio inciampa nel terzo pareggio consecutivo.

Riccardo Cuccù a tu per tu con l’estremo Niosi…

…al 78′ spreca l’occasione del raddoppio…

… calciando addosso al portiere della Pergolese

LE DICHIARAZIONI DI MISTER STEFANO CUCCU’ NEL POST GARA

“Partita assolutamente dominata. Abbiamo creato non so quante occasioni da gol clamorose, ma siamo riusciti a sfruttarne solo una. Ormai è assodato che fatichiamo a fare gol. Dispiace perché nell’unico tiro in porta della Pergolese abbiamo subito il gol del pareggio. È dura da mandare giù, ma ora più che mai testa bassa e lavorare, serve ancora più rabbia e determinazione per chiudere le partite”.

Mister sente ancora la fiducia della società?

“Io continuo ad allenare la squadra. Non so se la società ha intenzione di fare qualcosa, ma io cerco di fare le cose nel migliore dei modi, poi ci sarà chi dovrà giudicare il mio operato qui”.

Leonardo Nevischi

Fotogallery del match

Il gol di Cingolani

L’esultanza di Cingolani e dei suoi compagni

Il tentativo di Marozzi intercettato da Guerra

Ancora Cingolani a mettere in apprensione la difesa ospite

Il tentativo dal limite dell’area di Belletti

La parata di Niosi sulla conclusione di Belletti


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X