facebook twitter rss

I “profumi d’autunno” a tavola
con l’associazione Cuochi del Fermano

FERMO - All'opera lo chef Mauro Donati, titolare della storica trattoria Orsolina di Fermo e il suo staff per il convivio promosso dall’Associazione Cuochi della Provincia di Fermo
domenica 26 novembre 2017 - Ore 11:25
Print Friendly, PDF & Email


Carpaccio di scottona con verdure miste, vellutata di zucca ai porcini, risotto al tartufo, coscio d’agnello dei Sibillini farcito alla mela rosa e sformatino di cavolfiore, torta di castagne al cioccolato, “annaffiati” dalla Passerina spumantizzata dei Poderi dei Colli e dal rosso piceno della Rocca dei Castigliani, per esaltare i “Profumi d’Autunno”. E’ quanto proposto dallo chef Mauro Donati, titolare della storica trattoria Orsolina di Fermo e dal suo staff, ai fortunati ospiti del convivio promosso dall’Associazione Cuochi della Provincia di Fermo. Presente Jonny Tucci, presidente di Assocuochi Rimini, stimato professionista che ha reso omaggio alla cucina del collega Donati. Serata che ha visto la presenza del dottor Domenico Cognigni che ha intrattenuto gli ospiti con una breve, quanto interessante relazione, sui concetti dello star bene a tavola, pensando soprattutto al ritorno salutistico del buon cibo.

Carpaccio di scottona

Cognigni ha insistito molto sull’importanza dei polifenoli, sulla scelta degli alimenti, sulla tracciabilità di ciò che si porta a tavola e su come consumare il pasto che non deve essere un’abbuffata, ma la necessità di nutrirsi con consapevolezza. Il presidente Alessandro Pazzaglia, nel suo saluto agli ospiti, ha ricordato come i momenti conviviali promossi dall’Associazione “Sono sempre tesi a promuovere la cultura della buona e sana cucina. E’ la nostra prima mission – ha aggiunto – per fare formazione, ma in particolare vogliamo indicare ai nostri ospiti che, quando frequentano i nostri ristoranti, devono pretendere un servizio qualificato nel rispetto di una sana e corretta alimentazione. A noi spetta il compito di offrire quanto di buono ci dona la natura, e nel nostro territorio di eccellenze ne abbiamo a iosa – ha finito Pazzaglia – cercando di non alterare le qualità, i gusti e i sapori dei prodotti che manipoliamo”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X