facebook twitter rss

“Senso della costruzione e costruzione
di senso nella musica post-tonale”,
convegno e concerto al Conservatorio

FERMO - Appuntamento con le due giornate di approfondimento musicale e ascolto nell’auditorium “Billè” per mercoledì 29 e giovedì 30 novembre prossimi dal Conservatorio “Pergolesi” nell’ambito di un progetto di ricerca “Incontri sul linguaggio musicale” a cura di Paolo Rosato insieme al Grilm (gruppo di ricerca interdisciplinare sul linguaggio musicale del Pergolesi)
domenica 26 novembre 2017 - Ore 10:55
Print Friendly, PDF & Email

 

Da sx il neo eletto direttore del Conservatorio Pergolesi di Fermo, Nicola Verzina, il direttore uscente, Massimo Mazzoni, e il presidente, Carlo Verducci

Due intense giornate di approfondimento musicale e ascolto, sono state organizzate nell’auditorium “Billè” per mercoledì 29 e giovedì 30 novembre prossimi dal Conservatorio Statale di Musica “G.B.Pergolesi” nell’ambito di un progetto di ricerca “Incontri sul linguaggio musicale” a cura di Paolo Rosato insieme al Grilm (gruppo di ricerca interdisciplinare sul linguaggio musicale del Pergolesi).
“Senso della costruzione e costruzione di senso nella musica post-tonale” il titolo della manifestazione che si articola in un convegno e un concerto sul tema “Dialoghi col nuovo, parlare di e con la musica”
A dissertare sui temi in oggetto saranno tutte personalità della cultura musicale quali Mario Baroni (Università di Bologna), Antonio Grande (Conservatorio di Como), Alberto Odone (Conservatorio di Milano), Fulvio Delli Pizzi, Paolo Rosato, Nicola Verzina (Conservatorio di Fermo), Wojciech Widłak (Accademia di Musica di Cracovia).
In particolare Mercoledì 29 dalle ore 14,30 (moderatore Mario Baroni), Fulvio Delli Pizzi illustrerà “Sistemi musicali, sistemi ad hoc, eterostati”, Paolo Rosato “Strategie narrative in Ligeti (Musica Ricercata)”, Antonio Grande “Spazi di note e spazi di azione in Bartók”, Wojciech Widłak “ChromaticFantasy per clavicembalo: toni, ritmi, fatture e narrazione musicale”.
Alle ore 21 previsto un concerto in cui verranno eseguiti brani composti dai relatori che introdurranno ciascuno la propria composizione.
Esecutori saranno i pianisti Fabrizio Viti, Fabrizio De Rossi Re, Stefano Chiurchiù, Elena Baldoni, Caterina Dionisi, Laura Sarchiè, Ferdinando Bastianini, i flautisti Luca Guidotti, Lavinia Straniero.
Il Convegno prosegue poi giovedì 30 dalle ore 9 (moderatore Paolo Rosato), con Alberto Odone che parlerà su “Intermezzo didattico: in cerca di rilievi percettivi nell’ascolto musicale”, Nicola Verzina “Musica e pittura nel pensiero spettrale di H. Dufourt: La gondole sur la lagune d’après Guardi (2001)”, Mario Baroni “Analisi delle “tre liriche su Verlaine” di B. Maderna (1946)”.
La partecipazione degli studenti del Conservatorio al Convegno dà diritto all’acquisizione di Crediti Formativi Accademici.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X