facebook twitter rss

La Futsal T.E.C. Marche pronta a
conquistare il territorio fermano

CALCIO A 5 - Nasce un nuovo campionato, economico ed alla portata di tutti. Modalità di partecipazione personalizzate in base alle esigenze delle società afferenti. Espletati a monte diversi servizi fiscali e burocratici
martedì 5 dicembre 2017 - Ore 01:44
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – In poco più di un mese e mezzo è stato organizzato un campionato di calcio a sette, la T.E.C. Championship C7; ora, in appena due mesi, si sta lavorando per la nascita della Futsal T.E.C. Marche, manifestazione invernale di calcio a 5 che sbarcherà anche nel territorio fermano e, specificatamente, a Casette d’Ete con l’adesione del centro sportivo Bedetta.

La Polisportiva Sport Communication, in collaborazione con la Trementozzi Eventi Comunicazione, infatti, ha già aperto le iscrizioni per il prossimo campionato di cacio a 5 che partirà dai primi di febbraio. Già due squadre hanno aderito e molti contatti sono stati avviati per poter arrivare almeno a sei/otto partecipanti.

Sposando la filosofia della T.E.C. C7 l’iscrizione sarà completamente gratuita, oggi come in futuro, per sempre e non solo il primo anno e il tesseramento assicurativo a persona di soli 5 Euro grazie al comitato regionale A.S.C. (Attività Sportive Confederate) del presidente Giampietro Cappella. Le strutture saranno selezionate in due modalità: accodandosi alla scelta della società iscritta, che in pratica si sceglie il campo di gioco e non paga alcuna quota gara per le partite casalinghe, occupandosi solo del pagamento del campo oppure, affidandosi ai nostri impianti convenzionati e provvedendo alla quota gara di soli 50 Euro, con campi comunque presenti nel raggio di pochissimi chilometri dalla città di provenienza del club.

Uno di questi centri, come detto, è quello di Casette d’Ete. “Non obblighiamo nessuno a scegliere le nostre strutture – dice il presidente Emanuele Trementozzi – diamo ampia possibilità di scelta alle società sportive che, in virtù di rapporti pregressi o di maggiore comodità, possono indicare i propri campi di gioco per le gare casalinghe. In quel caso, provvedendo all’affitto del campo stesso, nulla sarà a noi dovuto per la partita, la cui quota gara sarà ad esclusivo carico della squadra ospitata e comunque di soli 50 Euro, prezzo inferiore alla media di qualunque altro campionato amatoriale”.

“Vogliamo che le società si sentano libere di giocare dove preferiscono e, soprattutto, a pochi chilometri da casa – ha proseguito l’illustrazione Trementozzi -. Inoltre, come già sperimentato nel calcio a sette, siamo supportati da un apparato mediatico e giornalistico di prim’ordine, composto da giornali, radio e canali televisivi che mettiamo a disposizione delle nostre società. Senza dimenticare i buoni sconto e le convenzioni operanti con molte attività commerciali della zona, a completa disposizione dei nostri tesserati. Non obblighiamo nessuno ad avere una A.S.D. per giocare, concentriamo tutti i tesseramenti all’interno della nostra Polisportiva e provvediamo noi alle pratiche di ufficio. Inoltre, come già facciamo nella T.E.C. Championship C7, inviamo ogni mattina via mail la distinta già precompilata del match, che va solamente stampata e firmata prima della gara. Un servizio di vicinanza alle nostre società, che non devono più preoccuparsi di raccogliere dati e compilare a mano la distinta stessa. Pensiamo a tutto noi, i club devono solo pensare a giocare e divertirsi. Infine, cosa fondamentale, non servono i documenti di identità per giocare. La nostra organizzazione, prima della gara d’esordio, consegna un plico di tessere a colori, con tanto di foto e numero progressivo, che sostituisce in toto patenti e similari, togliendo un grosso pensiero a dirigenti e presidenti”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X