facebook twitter rss

Potenziamento della pavimentazione, al via i lavori: “Nessun costo aggiuntivo per il Comune”

PORTO SANT'ELPIDIO - Chiamata la ditta esecutrice e sono stati eseguiti dei saggi sul sottofondo dai quali è emerso che nei tratti di pavimentazione interessata da tale anomalia, il ghiaietto di posa dei masselli  risulta intriso di acqua in corrispondenza dei sormonti della geogriglia in polipropilene
martedì 5 dicembre 2017 - Ore 11:24
Print Friendly, PDF & Email

 

Nuovi lavori su Via Marinai d’Italia. Nel mese di novembre infatti, erano stati eseguiti i lavori di ultimo intaso della pavimentazione in masselli autobloccanti,  previa rimozione e ricollocazione degli stessi in alcuni tratti, visto che a seguito della messa in esercizio della nuova via e dell’effetto delle forze e pressioni esercitate dai carichi di traffico, avevano subito ondulazioni ed ormaie.

“La fuoriuscita di alcuni masselli – spiegano i tecnici degli uffici di Porto Sant’Elpidio –  che hanno determinato l’allentamento e l’indebolimento della pavimentazione sulla corsia di valle, si è verificata esclusivamente in presenza di pioggia, nei punti con minore pendenza longitudinale e non sui tratti in rilevato, pertanto tale fuoriuscita non è imputabile all’effetto dei carichi di traffico per i quali la strada è stata progettata. A tal proposito è stata chiamata la ditta esecutrice e sono stati eseguiti dei saggi sul sottofondo dai quali è emerso che nei tratti di pavimentazione interessata da tale anomalia, il ghiaietto di posa dei masselli  risulta intriso di acqua in corrispondenza dei sormonti della geogriglia in polipropilene posata sotto l’ultimo strato della massicciata stradale che assolve il compito di una migliore distribuzione dei carichi”.
 
Da qui la decisione di un nuovo intervento: “Pertanto, si è individuato l’intervento da porre in essere per agevolare il drenaggio delle acque meteoriche che comporta lo smontaggio della pavimentazione, anche di quella che a distanza ha subito movimenti indotti dall’indebolimento del contrasto fra i masselli, la rimozione dell’ultimo strato di sottofondo in materiali aridi e la rimozione del sormonto della geogriglia, la ricostituzione dell’ultimo strato di massicciata con misto cementato (data l’impossibilità di andare a posare e costipare materiale arido in presenza della pavimentazione circostante) e la ricomposizione della pavimentazione, ivi incluso l’intasamento con sabbia (che verrà eseguito a più riprese) con il normale allettamento con ghiaietto. Tale intervento verrà effettuato dalla ditta esecutrice senza alcun costo per il Comune”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X