facebook twitter rss

Coach Ceccarelli e la sua Poderosa
in vista di Orasì Ravenna

SERIE A 2 - Nella conferenza odierna il tecnico dei calzaturieri si è proiettato verso il prossimo impegno, la terza dura partita in soli otto giorni. L’aver battuto i bergamaschi ha rinvigorito l’entusiasmo che si era smorzato dopo la beffa in casa col Mantova. Splendida ospitalità presso il Casale Quota CS Sport di Simone Corradini, orgoglioso partner della società
venerdì 8 dicembre 2017 - Ore 19:09
Print Friendly, PDF & Email

Coach Gabriele Ceccarelli

SANT’ELPIDIO A MARE  – La location dell’odierno Poderosa Caffè, appuntamento che non si ferma neanche durante le Feste, è  la cornice splendida con vista sulle colline fermane del Casale CS Sport, suggestiva per dare uno sguardo non solo al panorama paesaggistico ma anche al futuro della XL Extralight, reduce da una vittoria preziosissima sul Bergamo e pronta ad un’altra trasferta, direzione Ravenna.

La parola oggi spetta all’allenatore dei veregrensi, Gabriele Ceccarelli.

Il coach, sabato scorso, all’esito della partita contro il Mantova è stato schietto e lapidario, a caldo quasi spietato e categorico con i suoi ragazzi, non ha fatto sconti, rimproverandoli di non aver messo in pratica i consigli dati nella preparazione dell’incontro con gli Stings e soprattutto di soffrire troppo nei momenti di assenza degli americani titolari. Ma, se mai questa poteva sembrare una reazione eccessiva di nervi, dovuta alla rabbia per la sconfitta all’ultimo secondo per un solo punto (con un finale dubbio dopo un fallo netto su Eugenio Rivali negato, e la conseguente concessione di due tiri liberi agli ospiti), oggi verrebbe da correggersi e da dire invece che il suo monito ha sortito il giusto effetto, visto il risultato: una reazione da leoni.

Ceccarelli, in sala stampa al Palasavelli, dopo essersi complimentato con il collega del Mantova, è stato doppiamente profetico: in primis, in vista dell’ultima partita disputata mercoledì sera a Bergamo, ha detto “ci sono sconfitte che possono avere più importanza e più utilità delle vittorie”, come a dire che uno stop sull’accumulo continuo di punti nel bottino generale deve servire a far prendere consapevolezza che non si è supereroi imbattibili e soprattutto che a casa propria non si comanda automaticamente di diritto.

Inoltre ha fatto riferimento ai momento in cui la squadra arrancava mentre l’americano titolare, Corbett, riprendeva fiato in panchina; a Bergamo, l’altro americano, Powell se ne è uscito di scena prima del previsto, spedito dall’arbitro negli spogliatoi per fallo di reazione su Mascherpa, ma stavolta, i suoi restanti uomini hanno dato prova che nelle criticità sanno tirar fuori le unghie, anzi, viste le prese, i polpastrelli.

L’avversario imminente: Orasì Ravenna

Ravenna è una città che voce ricordi belli ed emozionanti. Al De Andrè sono andato solo da spettatore e stare in campo domenica sarà dura perché dovrò essere concentrato ed obiettivo: andiamo ad affrontare una delle favorite per la conquista dei primi quattro posti in campionato, con obiettivi più alti dei nostri”.

Come  impronterà il match

“Il Ravenna ha una fisicità dirompente: tende a sovrastare e per questo innervosisce l’avversario. Noi dobbiamo essere consapevoli che si tratterà di una vera e propria battaglia corpo a corpo”.

Il roster ravennate

“Ha un organico completo in ogni reparto, già solo a pronunciare i nomi basterebbe per temerla: non parlo solo degli americani, superlativi, ma anche di Sgorbati, Esposito, Vitale, insomma potrei elencare tutti i nomi di lusso, a partire dai solidissimi Raschi e  Chiumenti a disposizione del mio collega ed amico Martino

Su Powell espulso a Bergamo per fallo di reazione

“Non posso esser contento di quel che è successo, ma se si devono prendere provvedimenti in merito, io lo lascio fare alla società, perché il mio lavoro è pensare al meglio per la squadra, e per questo intendo farlo giocare ed inserirlo nel quintetto

Lo stato fisico e psichico della squadra

“Siamo in un periodo di non eccessiva brillantezza: era prevedibile che non potessimo tenere i ritmi e la lucidità che avevamo ad ottobre, ma il mio compito è quello di far superare ai ragazzi questo patina di pressione e stanchezza per poter poi ridare il meglio e tenere botta durante i 24 secondi di possesso palla in cerca del tiro perfetto. Certo che 3 partite in 8 giorni, di cui due trasferte, sono anche una prova psico-fisica non indifferente, ma questo è uno sport duro e bello al tempo stesso e dobbiamo impegnarsi al massimo per onorare i colori che vestiamo e dare soddisfazione ad una società e ad un tifo che ci sostengono”

Simone Corradini di CS Sport con Ceccarelli

Il padrone di casa, Simone Corradini di Quota CS Sport congeda gli ospiti facendo a tutti i migliori auguri di Buone Feste, non prima di essersi dichiarato orgoglioso della partnership con la Poderosa di Montegranaro perché è una società sana, “bandiera di un territorio piccolo ma vivo e tenace nel puntare a grandi risultati e capace di donare entusiasmo sia agli imprenditori che la seguono che ai tifosi che popolano il Palasavelli di Porto San Giorgio“.

Prossimo appuntamento quindi con la XL Extralight Montegranaro è domenica ore 18,00 al ‘De Andrè’ di Ravenna contro l’Orasì. 

Silvia Remoli


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X