facebook twitter rss

CUS Ancona – Futsal Cobà, una
sfida sulla montagne russe

CALCIO A 5 - Finisce 5 - 5 la sortita anconetana dei fermani, tra sorpassi e contro sorpassi. Gli Shark passano il vantaggio ma subiscono il ritorno dei dorici, sul groppone anche un rigore sciupato
sabato 9 dicembre 2017 - Ore 23:09
Print Friendly, PDF & Email

ANCONA – Pareggio pirotecnico per il Futsal Cobà che impatta 5-5 contro il Cus, terza forza del campionato, non riuscendo a imprimere una svolta decisiva alla classifica. Decima giornata che arriva dopo la sosta per gli Squali, che possono annoverare tra le loro fila i due nuovi acquisti Lamedica e Pashoal, nonché il rientro della coppia brasiliana Mazoni Siviero.

Moretti, Bagalini, Mazoni, Bottolini e Sgolastra il quintetto iniziale scelto da mister Osimani, con gli ospiti arrembanti, a chiudere sul 2-0 la prima frazione. Di splendida fattura le due reti di Siviero (saetta dopo essersi liberato di due avversari) e Mazoni (pallonetto), con le quali gli Sharks passano meritatamente sul doppio vantaggio e sembrano poter indirizzare la gara in loro favoreRipresa di altro tenore, con i padroni di casa che salgono in cattedra, accorciando le distanze, pareggiando e poi operando il sorpasso, mentre gli Squali non riescono a reagire.

“Un secondo tempo iniziato in sordina, con un pericoloso abbassamento del tasso tecnico degli uomini in campo, che costa caro” – il commento a caldo dell’avvocato Calvari, preoccupato di come Vitale e compagni abbiano fatto rientrare in carreggiata gli anconetani, fino a quel momento agevolmente controllati e piegati con una difesa tosta e un attacco di puro talento.

Di bomber Sgolastra le due reti che riaccendono le speranze Futsal Cobà: due punizioni perfette che si insaccano e valgono il controsorpasso Sharks a 6′ dal termine. Un contropiede e un tiro libero a sfavore condannano però gli Squali a dover inseguire ancora. Il definitivo 5-5 è autografato da un Mazoni in gran forma, con i ragazzi di Osimani costretti a disputare gli ultimi minuti in inferiorità numerica, dopo l’espulsione dello stesso Sgolastra che poco prima aveva calciato fuori un rigore. A salvare il risultato ci pensa “Batman” Moretti con il rammarico anche di due legni colpiti da Paschoal e Siviero e di non aver sfruttato il penalty in favore.

“Partita al cardiopalma – le parole post gara del presidente De’ Robertis –, probabilmente abbiamo buttato via un’altra occasione di rifarci sotto in classifica. Peccato perché avevamo approcciato bene l’incontro, ma non siamo stati talmente cinici da chiuderlo, subendo il loro ritorno. Alla fine, abbiamo saputo sopperire con la bravura anche a un po’ di sfortuna, con una direzione di gara che ci ha sanzionato tutto, e anche di più! Peccato, speravamo nel sorpasso agli anconetani, ma non ci è riuscito!“


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X