facebook twitter rss

Il risveglio del Porto Sant’Elpidio:
con l’Atletico Alma arrivano i tre punti

ECCELLENZA - Nella penultima gara dell'anno solare, con il Natale alle porte, il sodalizio elpidiense si regala un successo. Tante occasioni da gol e poco cinismo sotto porta avevano caratterizzato i rivieraschi nelle ultime gare, ma oggi viene concretizzato quanto creato, senza subire
sabato 9 dicembre 2017 - Ore 18:54
Print Friendly, PDF & Email

L’esultanza di Riccardo Cuccù, che abbraccia Riccardo Cingolani

PORTO SANT’ELPIDIO – Gli alunni di un tempo regalavano mele alle maestre. Riccardo Cuccù quest’oggi ha regalato al suo omonimo allenatore Stefano Cuccù un gol che vale una panchina. Marozzi per Cuccù e l’1-0 è servito. Ancora più confortante del risultato, però, è la riconoscibilità di alcune linee di gioco: difesa solida con il ritorno più che convincente di capitan Marconi al fianco di Mengo e Nicolosi, centrocampo pimpante con l’energia di Giacomozzi e l’estro di Marozzi, attacco ritrovato con i gemelli del gol Cingolani e Cuccù tornati in piena attività. 

Fino ad ora i punti erano mancati, ma il gioco no (perlomeno nelle ultime uscite). E Pergolese e Porto d’Ascoli lo possono testimoniare. Oggi, finalmente, il Porto Sant’Elpidio ritrova una vittoria che serviva come il pane, per giunta contro una squadra di vertice come l’Atletico Alma. A dimostrazione che questa squadra con un pizzico di fortuna in più, un filotto di successi e una classifica meno ansiogena, potrebbe rivedere la luce in breve tempo. La classifica è sempre negativa, ma perlomeno con i tre punti si è accorciato il gap dalle squadre davanti e il morale di tutto l’ambiente nei prossimi giorni ne risentirà in positivo.

IL TABELLINO

PORTO SANT’ELPIDIO 1 (3-4-1-2): Melillo; Mengo, Marconi, Nicolosi; Islami, Giacomozzi (39′ st Belletti), Ionni, Stortini; Marozzi (27′ st Chiappini); Cuccù Riccardo, Cingolani (22′ st Ribichini). A disposizione: Smerilli, Marcantoni, Carafa, Cimadamore. All. Stefano Cuccù

ATLETICO ALMA 0 (4-3-3): Celato; Morongiu, Mei, Orazi, Dominici; Bernacchia (31′ st Carnaroli), Gambini, Palazzi (31′ st Giunchetti); Bufalo (39′ st Rinaldini), Rivi, Falcinelli. A disposizione: Cavalletti, D’Anzi, Scavone, Rivelli. All. Antonio Ceccarini

RETI: 21′ pt Cuccù Riccardo

ARBITRO: Leonardo Vai di Jesi; assistenti Marco Leombruni di Macerata, Altin Kamberaj di Ancona

NOTE: Ammoniti Islami, Ribichini; corner 3 – 3; recupero +0′ +5′

Riccardo Cuccù, 24 anni, oggi alla sua quarta rete in campionato

LA CRONACA

In un Ferranti dal clima bizzarro, che ha riservato ad Atletico Alma e Porto Sant’Elpidio sole, vento e pioggia in rapida successione, gli elpidiensi sembrano aver ritrovato finalmente la luce dopo un novembre nero ed un inizio di dicembre tempestoso. Stefano Cuccù schiera un 3-4-1-2 che in fase difensiva spesso e volentieri diventa un 5-3-2: Mengo, Marconi e Nicolosi in difesa, Islami, Ionni, Giacomozzi, Stortini a centrocampo, Marozzi sulla trequarti e Cingolani e Cucco davanti. Antonio Ceccarini risponde con il tridente Falcinelli, Rivi, Bufalo a guidare l’attacco del suo 4-3-3.

In avvio la scimmia sulla spalla del Porto Sant’Elpidio si fa sentire e dopo 6 minuti Melillo sfiora il patatrac andando a colpire in fase di disimpegno Bufalo, che di poco non insaccava fortuitamente in rete. Tra il 10′ e il 12′ le due squadre hanno una palla gol molto simile: traversone in area e colpo di testa impreciso. Nel Porto Sant’Elpidio è Cuccù ad inzuccate male sugli sviluppi di un corner, mentre nell’Atletico Alma è Rivi a non sfruttare in maniera ottimale un calcio di punizione decentrato. Al 21′ arriva il vantaggio elpidiense. Cingolani imbeccato in profondità viene chiuso da Orazi (autore di una gara pregevole), ma sul proseguo dell’azione i rivieraschi recuperano ancora la sfera, Marozzi premia l’inserimento di Cuccù e l’attaccante biancoazzurro con un diagonale millimetrico di sinistro supera l’estremo ospite. Sul finire della prima frazione Rivi prende bene il tempo ad Islami e si invola nella metà campo locale, ma al momento del tiro rimane poco lucido e spedisce sul fondo.

Nei secondi quarantacinque minuti i due tecnici giocano a scacchi: ad un cambio di Cuccù ne corrisponde uno di Ceccarini. Il Porto Sant’Elpidio difende in maniera ordinata senza rischiare. Gli unici due squilli degni di nota nella ripresa passano per i piedi di Ionni e Bufalo. Il primo spara a salve sul passaggio centrale di Cingolani, il secondo prova un tiro cross sul quale Melillo, nel dubbio, ci mette una pezza e sventa la minaccia. Il Porto Sant’Elpidio trova così la sua seconda vittoria stagionale. Chissà che non sia un nuovo inizio.

Leonardo Nevischi

Il saluto del Porto Sant’Elpidio ai suoi tifosi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X