facebook twitter rss

Sangiorgese sconfitta a Montalto,
Frontoni: “Gira tutto storto”

PROMOZIONE - I giallorossi, indomabili nel loro stadio, beffano i nerazzurri infliggendo la terza sconfitta consecutiva. Il gol di Petruzzelli viene reso vano dai due gol in sette minuti messi a segno da Matricardi e Polini. L'analisi del periodo nero della Sangio nelle parole del presidente
domenica 10 dicembre 2017 - Ore 02:18
Print Friendly, PDF & Email

Gabriele Frontoni, 38 anni, presidente della Sangiorgese Calcio 1922

MONTALTO (AP) – Un punto nelle ultime cinque partite. È questo l’attuale ruolino di marcia della Sangiorgese. Che il Montalto in casa fosse un avversario alquanto ostico lo si sapeva (come dimostrano le sei sconfitte su sei lontano dal Funari contro i 14 punti messi a segno tra le mura amiche), ma nessuno si sarebbe mai immaginato che la Sangiorgese potesse vivere un momento così negativo.

“Quando le cose non vanno come dovrebbero andare sono il primo a metterci la faccia – ha commentato il presidente della Sangiorgese, Gabriele Frontoni, nel post gara -. È senza dubbio un momento difficile, ci gira tutto storto. Giochiamo bene, creiamo moltissime occasioni, ma non concretizziamo. Tuttavia, anche nella criticità, siamo sempre più convinti di poter dare una svolta alla stagione. Io e tutta la società stiamo lavorando perché questo avvenga il prima possibile. Purtroppo già di suo è un periodo sfortunato, per giunta (da non considerarsi un alibi) stiamo avendo dei problemi anche con gli arbitri (nella circostanza sono stati annullati due gol regolari a Fabiani e Gabaldi, ndr). Siamo arrabbiati neri, ma uniti. Lo spogliatoio è bello compatto e i ragazzi sono tutti con il mister Pennacchietti. Ora – conclude Frontoni -, verranno fatte alcune modifiche alla rosa della squadra con qualche innesto e qualche partenza”.

Dunque, c’è unità di intenti da parte di giocatori, staff tecnico e società: gli ingredienti giusti per svoltare e lasciarsi questo periodo sfortunato alle spalle al più presto possibile.

IL TABELLINO

MONTALTO 2 (4-4-2): Paolini; Marilungo, Scielzo, Tassotti, Ciarrocchi (47′ st Ciucani); Bejtja, Polini, Carboni, Giorgi (35′ st Brugiati); Carca (21′ st Ruggeri Stefano), Matricardi. A disposizione: Mindoli, Pelliccioni, Alessi, Ruggeri Alberto. All. Roberto Ricciotti

SANGIORGESE 1 (4-3-3): Calvaresi; Iuvalè, Morbiducci, Cudini, Gentile; Bigoni, Petruzzelli, Beretti (17′ st Petrucci); Gabaldi, Pelliccetti (41′ st Mangiola), Fabiani. A disposizione: Kapllani, Gobbi, Tidei, Cicconi, Cissè. All. Marco Pennacchietti

RETI: 31′ pt Petruzzelli (R), 36′ st Matricardi, 43′ st Polini

ARBITRO: Serafino Marchei di Ascoli Piceno; assistenti Luigi Cosignani di San Benedetto Del Tronto, Brenda Mosca di Ancona

NOTE: Ammoniti Bejtja, Beretti; corner 0 – 7; recupero +0′ +4′

LA CRONACA

Al Funari i rivieraschi si presentano con il nuovo Vittorio Calvaresi tra i pali, dopo aver salutato in settimana Forconesi (oltre a Bibini e Marcoaldi).  Parte forte la Sangio che riesce sin da subito a tenere in mano le redini dell’incontro e a presentarsi con continuità dalle parti della porta locale. Alla prima opportunità Beretti imbeccato da Gabaldi si divora il vantaggio mandando la sfera sopra la traversa da pochi passi. Il Montalto si fa vedere in avanti sporadicamente e crea i problemi più rilevanti sulle palle inattive, ma non trovando mai la porta. Continua il monologo nerazzurro che spreca troppo negli ultimi sedici metri. Al 21′ Gabaldi sfiora il vantaggio sull’assist di Gentile, ma questo è solo il preludio al gol che arriva dieci minuti più tardi quando Petruzzelli trasforma un calcio di rigore decretato per un fallo di mani di Ciarrocchi in area. L’ultimo sussulto del primo tempo è di marca locale: rimessa laterale battuta all’interno dell’area, con il pallone che arriva a Carboni che in girata colpisce il palo alla sinistra di un Calvaresi già battuto.

L’inizio del secondo tempo è solo nerazzurro con il Montalto che si scopre per raddrizzare il match e la Sangio che abilmente sfrutta le sue frecce d’attacco Pelliccetti e Gabaldi nei contropiede. Al 15′ st Gabaldi imbeccato dalle retrovie infila il 2-0 ma per l’assistente Mosca di Ancona si tratta di offside.  Al 23′ st Pelliccetti, dopo una carambola in area si ritrova tutto, ma da zero metri spara addosso a Paolini. La legge del calcio non scritta si dimostra spietata: al 36′ st da una rimessa laterale battuta lunga, spizzata di testa di un difensore nerazzurro e Matricardi con una rovesciata perfetta trova l’angolino bassoe batte l’incolpevole Calvaresi. Pergiunti al pari i padroni di casa ci credono e la gara diventa maschia. A due minuti dalla fine il Montalto riesce nella remuntada grazie all’eurogol su calcio di punizione di Polini.  Finisce qui tra il forcing disperato finale dei nerazzurri e l’ermetismo difensivo dei giallorossi.

Leonardo Nevischi

In attesa dei posticipi ecco come varia la classifica


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X