facebook twitter rss

Tragedia sul ponte di Grottazzolina:
auto investe tre pedoni,
il 36enne Mohammad Usman
precipita nel vuoto e muore

GROTTAZZOLINA - Tre ragazzi di origini pakistane sono stati investiti da un'auto, più esattamente una Fiat Punto, mentre stavano percorrendo il ponte tra Grottazzolina e Magliano di Tenna. Nell'impatto uno dei tre, il 36enne Usman è precipitato di sotto. Subito è scattato l'allarme. Mentre due ragazzi sono stati trasportati d'urgenza al Pronto Soccorso del Murri di Fermo per Usman, scaraventato giù dal ponte, non c'è stato nulla da fare
mercoledì 13 dicembre 2017 - Ore 18:43
Print Friendly, PDF & Email

 

 

di Giorgio Fedeli e Paolo Paoletti

Foto di Simone Corazza

Una terribile tragedia, questa sera attorno alle 17.30, avvenuta sul ponte del fiume Tenna che collega Grottazzolina e Magliano di Tenna.  Tre ragazzi di origine straniera, più esattamente di nazionalità pakistana, sono stati investiti da un’auto, una Fiat Punto, mentre stavano percorrendo il ponte. Alla guida dell’auto un uomo di circa 50 anni che, sembra a causa del buio e della scarsa visibilità, non si sarebbe accorto della presenza dei tre pakistani a bordo della carreggiata. A causa dell’impatto uno dei tre, il 36enne Mohammad Usman, è precipitato nel vuoto. Subito è scattato l’allarme. Mentre i due ragazzi che erano con lui sono stati trasportati d’urgenza al Pronto Soccorso del Murri di Fermo, ed uno dei due versa in gravi condizioni, per Usman, scaraventato giù dal ponte, non c’è stato purtroppo nulla da fare.

Il 36enne era inserito nel progetto Cas-Centro Accoglienza Straordinaria gestito dalla prefettura di Fermo in convenzione con il Gus-Gruppo Umana Solidarietà di Magliano di Tenna.

Sul luogo dell’incidente sono arrivati due mezzi dei Vigili del Fuoco di Fermo, la polizia stradale, le ambulanze della Croce Verde di Fermo, della Misericordia di Montegiorgio e della pubblica assistenza Volontari Monte San Pietrangeli e i sanitari del 118. Soccorritori e vigili del fuoco hanno raggiunto non senza difficoltà e con l’aiuto di un’auto gru  il letto del fiume dove è stato rinvenuto il corpo della vittima. Sarebbero stati inutili i tentativi di rianimazione.

Un tratto, quello del ponte che collega Grottazzolina a Magliano di Tenna,  quanto mai pericoloso,  non solo per il buio ma anche per l’elevato traffico. Quella strada infatti rappresenta una snodo viario importante per chi arriva dall’A14 tramite Val d’Ete diretto verso l’entroterra. Si aggiunge anche il traffico dei mezzi provenienti dalla Val d’Aso. Il ponte viene spesso percorso dai migranti ospiti della zona che si spostano a piedi per via del supermercato e di altre attività commerciali.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X