facebook twitter rss

Francesco Ciarpella, ad un mese
dall’approdo negli USA
arrivano gli umori del sutorino

SERIE C SILVER - "Seguo costantemente le vicende sportive della squadra, chiamata ora a due sfide interne d'alta classifica per le quali sarà necessario, oltre che la performance sul campo, anche il sostegno di tutto il pubblico sulle gradinate della Bombonera" dichiara il giovane cestista dalla Florida
giovedì 14 dicembre 2017 - Ore 14:29
Print Friendly, PDF & Email

MONTEGRANARO – E’ trascorso poco meno di un mese dalla partenza per la Florida del talento montegranarese Francesco Ciarpella. Il numero 11 sutorino, dopo qualche allenamento di ambientamento è passato subito ai fatti: tre partite con due doppie-doppie e oltre 20 punti di media nelle prime uscite della sua nuova squadra, la “The Nation Prep Academy” di coach Mike Woodbury.

Ecco dunque un resoconto degli umori del giovane cestista calzaturiero, volato direttamente a Port St. Lucie via Sutor.

Ciarpella, come sta procedendo l’esperienza in America?

“È già passato quasi un mese da quando sono arrivato e diciamo che tutto sta andando come mi aspettavo. Sono molto entusiasta per questa esperienza anche se ci sono momenti in cui vorrei prendere il primo aereo e tornare nella mia Montegranaro…ma tutto sommato sono molto contento per questo primo mese.”

Come si trova con il sistema di gioco americano?

“E’ totalmente differente, proprio come mi aspettavo, e l’ho capito già dai primi allenamenti. La differenza sostanziale sta sul piano atletico: qui corrono e saltano tutti davvero tanto. Il mio obiettivo primario attualmente è quello di riuscire a colmare il gap atletico il prima possibile.”

Francesco in azione con la canotta calzaturiera

Cosa le  manca di più dell’Italia?

“Penso sia scontato dire che ciò che mi manca di più sono tutte le persone con cui sono legato; mi manca la Bombonera e mi manca Montegranaro in generale: comunque sia ci sono cresciuto lì ed è normale che sia così. Mi sono dovuto abituare poi ad un tipo di alimentazione ahimè molto diverso dal nostro.”

Segue costantemente la Sutor sui social…come ha visto la squadra rispetto alla sua partenza?

“Sono sempre convinto che un giocatore non fa la differenza e i miei compagni l’hanno dimostrato con 4 vittorie su 5 partite, 2 delle quali fuori casa su campi molto difficili come quello di Urbania e Fossombrone. Inoltre si è aggiunto anche il mio amico Matteo Cesana che sicuramente, una volta entrato nei meccanismi, darà una grossa mano.”

Ora arrivano le difficili sfide contro Pesaro (16 dicembre ore 21:15) e Ancona (20 dicembre ore 21:00). Cosa servirà secondo lei alla squadra per portare a casa 4 punti?

“I 4 punti sono ciò che vogliamo! Sicuramente non sarà facile contro due squadre super attrezzate come Pisaurum ed il Campetto, ma sono sicuro che i ragazzi ce la metteranno tutta soprattutto considerando che si gioca alla Bombonera. Per uscire da questi match con i 4 punti servirà il sostegno di tutti!
Anche se sono oltreoceano poi, ho visto le locandine per queste due partite…sono letteralmente impazzito! Un motivo in più per sostenere i colori gialloblù in queste due sfide impegnative.”

Nel mandare un messaggio ai suoi ex compagni di squadra, cosa si sente di dire?

“Ai miei compagni vorrei innanzitutto rinnovare il mio in bocca al lupo, non solo per queste due partite, ma per tutta la stagione. Vorrei inoltre ringraziarli per le gioie che mi hanno dato quando ho guardato la partita in diretta su Facebook.”

Fotogallery

 

Il momento dei saluti dal popolo sutorino. Commiato tributato dalla presidente Molly Pizzuti e dallo speaker Mauro Lucentini

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X