facebook twitter rss

Campagna social dell’Avis in vista del rinnovo del direttivo

FERMO - Brevi video fatti dai donatori sono diffusi dalla pagina ufficiale dell'Avis Fermo. A breve anche il rinnovo del direttivo comunale: si punta sui giovani
venerdì 15 dicembre 2017 - Ore 11:11
Print Friendly, PDF & Email

Il Presidente dell’Avis, Dino Pesci con un donatore

Un filmato per promuovere la donazione di sangue, in maniera simpatica e di immediata ricezione: è il progetto realizzato dai soci dell’Associazione Onlus Famo Cose, sposato dal direttivo dell’Avis Comunale che verrà diffuso fino a Natale, ogni giorno sul social network Facebook. La donazione di sangue è una scelta consapevole di fronte ad un dovere civile. I ragazzi protagonisti si sono organizzati girando i filmati con i loro smartphone, creando piccole “storie” di 30 secondi per dedicare tempo e capacità a trasmettere un messaggio semplice, donare è bello sia per chi riceve che per chi dà.

Durante il recente incontro mensile dell’Avis Provinciale, in cui si riuniscono le 14 comunali del Fermano, è emerso che il numero di donazioni di sangue intero e di plasma apportate dalla Comunale di Fermo scende. La dott.ssa Siracusa, primario del Trasfusionale dell’Ospedale Murri di Fermo, ha valutato la possibilità di chiudere il centro raccolta per due giorni a settimana allo scopo di ottimizzare il personale in altre strutture che ne hanno bisogno. Sul tavolo di discussione anche il problema parcheggio, che perdura da vari anni senza mai giungere ad una soluzione definitiva. Il vicepresidente dell’Avis Provinciale, Giovanni Lanciotti, ha preso in carico il problema al fine di giungere ad un risultato che agevoli il più possibile i donatori.
Inoltre, il mandato del Direttivo dell’Avis Comunale Fermo scadrà, come da norma staturarie, il prossimo febbraio. Per questo i componenti fanno appello ai donatori che volessero partecipare attivamente all’attività dell’associazione, a proporsi per sostituire o incrementare i componenti dell’attuale consiglio. L’Avis è un’associazione aperta dove sono ben accetti tutti coloro che con spirito di collaborazione desiderassero partecipare donando anche una parte del loro tempo, oltre alla donazione che periodicamente fanno presso il centro trasfusionale. Di immediata urgenza, sono nella specie necessari volontari disponibili ad affiancare la segretaria del provinciale, per effettuare le chiamate ai donatori per la programmazione dei prelievi. Sono inoltre necessarie figure che si interfaccino con le strutture scolastiche per promuovere la donazione tra i giovani, attraverso incontri periodici con gli studenti degli ultimi anni degli istituti superiori e che si rendano disponibili per presidiare punti di promozione per la raccolta di nuove adesioni in centri commerciali, feste, manifestazioni che si tengono nella nostra città. Per far vivere e crescere l’associazione c’è bisogno di ampliare il direttivo e il numero dei soggetti attivi sposando il concetto che l’associazione riesce a vivere se viene alimentata con un piccolo contributo da parte di tutti anziché con l’impegno di poche persone. Situazione quest’ultima che potrebbe generare serie difficoltà qualora anche solo uno decidesse di lasciare.

​Il presidente della comunale fermana, Giammatteo Donati spiega: “La nostra speranza è che coinvolgendo un maggior numero di persone nell’attività potremo dare nuova linfa all’associazione, facendo crescere il numero dei soci e garantire un afflusso costante al centro trasfusionale, capace di mantenerlo operativo tutti i giorni. Il tutto con l’obiettivo raggiungere l’autosufficienza dell’azienda sanitaria marchigiana nella raccolta di sangue e plasma e conseguentemente diminuendo il costo delle prestazioni che la stessa ci garantisce”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X