facebook twitter rss

L’ermeticità della difesa vale
l’impresa corsara della Marcozzi
in quel di Montemarciano

SERIE D - Blitz anconetano del quintetto di Marcaccio, chiamato dopo la sosta natalizia a riprendere il cammino di stagione con la trasferta di Civitanova Marche. Obiettivo, centrare un posto nella griglia playoff
sabato 16 dicembre 2017 - Ore 17:32
Print Friendly, PDF & Email

MONTEMARCIANO (AN) – Bella prova corale della Marcozzi, soprattutto in difesa e nella seconda parte di gara, con le ottime prove di Verdecchia e Bernard e con Scocco e Belleggia a rappresentare altri due elementi in doppia cifra. Non sorprende più ormai il giovanissimo Scocco, che con autorità e sicurezza attacca sempre il ferro portando a casa punti e falli. Ma la vittoria è sicuramente frutto del gran lavoro difensivo della seconda parte di gara e soprattutto degli ultimi dieci minuti di gioco, riuscendo a tenere gli avversari a soli 9 punti a referto. Ora il campionato ha la sosta natalizia e riprenderà per la Marcozzi il 12 gennaio sempre in trasferta a Civitanova per l’inizio del girone di ritorno, per migliorare anche la posizione di classifica con l’obiettivo di disputare i playoff.

IL TABELLINO

UPR MONTEMARCIANO 72: Guida 18 De Fenza 14 Cardinaletti 11 Novelli 24 Paolinelli 2 Carbonari, Di Leonardo 3 Catani ne Francoletti ne Guercio, Luccioni. All. Simoncioni

VICTORIA FERMO 82: Scocco 11 D’Onofrio, Ricci 3 Bernard 20 Verdecchia 19 Del Buono 5 Spicocchi, Marota 6 Raccichini 4 Fenucci n.e. All. Marcaccio

ARBITRO: Mengucci e Auriemma

LA CRONACA

Partenza forte per i padroni di casa che dopo appena dieci minuti hanno messo a referto già 24 punti contro i 18 dei fermani. La difesa dei ragazzi di Marcaccio ( in tribuna per l’ulttimo turno di squalifica ) lascia troppo a desiderare e le affrettate conclusioni in attacco producono mortiferi contropiedi per i padroni di casa. Ma come spesso accaduto durante il girone di andata, la Marcozzi deve trovarsi sotto pesantemente nel punteggio, prima di poter reagire. Dal meno 16 del quindicesimo minuto, si passa al meno 1 dell’intervallo lungo (45-44) con Verdecchia e Bernard sugli scudi con 13 punti a testa. E’ chiaro che in difesa si dovrà stringere e sacrificarsi, se si vorrà portare a casa la gara, ora che è stata rimessa in carreggiata.

Alla ripresa del gioco la gara scorre in equilibrio ma  l’inerzia sembra essere nelle mani di Belleggia e compagni ( capitano per l’occasione per l’assenza di Mancini ) seppur i vantaggi non superano mai i tre punti. Si arriva all’ultimo mini intervallo sul punteggio di 63 pari e si prospetta un ultimo quarto al cardiopalma. Belleggia e Bernard producono un mini break di 6 a 0 ma i padroni di casa con Cardinaletti e Novelli riescono a rimanere ad un solo possesso seppur la difesa fermana rende difficilissimo fare canestro. Ma  sono tre triple consecutive, due di Marota e una di Del Buono, che spaccano completamente il match con pochi minuti sul cronometro. La difesa mette in cassaforte la vittoria, impedendo qualsiasi reazione ai padroni di casa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X