facebook twitter rss

La Sangiorgese torna a vincere,
super Gabaldi a Montefano

PROMOZIONE - La doppietta del capitano rivierasco, in risposta alla rete di Bonacci, regala un Natale più sereno alla compagine di Porto San Giorgio che torna a fare punti e si scrolla di dosso la quintultima posizione. I maceratesi allenati da Lattanzi perdono l'aggancio al terzo posto complice l'espulsione di Aquino
domenica 17 dicembre 2017 - Ore 23:27
Print Friendly, PDF & Email

MONTEFANO (MC) – Il proverbio dice: “Non destare il cane che dorme”. Il Montefano si azzarda a farlo ed è la svolta della Sangio: seconda vittoria in campionato in trasferta, fine del periodo nero fatto di un punto in cinque gare e +3 sulla zona calda della classifica. A forza di attenderla, a forza di tirarle i lunghi baffi, alla fine la tigre che dormiva dentro le maglie nere e azzurre si sveglia e sbrana i viola di casa (oggi in maglia gialla). Serviva il capitano, l’anima indomita della Sangiorgese, serviva Massimiliano Gabaldi per far tornare il sorriso in casa rivierasca: due gol decisivi e dall’alto dei suoi 32 anni si dimostra ancora la colonna portante di questa squadra. Eppure il Montefano veniva da sei risultati utili consecutivi (tre vittorie e tre pareggi) e non perdeva in casa dal 24 settembre scorso, quando nella prima gara di campionato l’attuale capolista, il San Marco Servigliano Lorese, si impose di misura. Questo dà un ulteriore peso specifico ai tre punti della formazione di Porto San Giorgio. Una grande prova di carattere di tutto il collettivo neroazzurro: l’unica nota stonata del pomeriggio, di fatto, è stato l’infortunio accorso a Bigoni, per lui si tratta di distorsione alla caviglia. Tuttavia, la sosta ora viene in soccorso dei rivieraschi, che potranno così ricaricare le pile, riacquisire una buona dose di morale e farsi trovare pronti per la gara casalinga dell’epifania contro la Jrvs Ascoli.

IL TABELLINO

MONTEFANO 1: Rocchi; Cesari, Mengoni, Camilloni, Donati, Moschetta, Aquino, Gigli (29′ st Sampaolesi), Palmucci (13′ st Cammertoni), Rossini (18′ st Silvestroni), Bonacci. A disposizione: Sopranzetti, Dourasse, Lorenzetti, Pigini. All. Roberto Lattanzi

SANGIORGESE 2: Calvaresi; Cudini, Tidei, Petruzzelli, Gobbi, Bigoni (22′ st DiNicolò), Gabaldi, Iuvalè, Fabiani, Cestarelli (28′ st Beretti), Gentile (1′ st Pelliccetti). A disposizione: Kapllani, Cicconi, Petrucci, De Carolis. All. Marco Pennacchietti

RETI: 31′ pt Bonacci, 12′ st Gabaldi, 19′ pt Gabaldi

ARBITRO: Andrea Giorgiani di Pesaro; assistenti Stefano Pizzagalli di Pesaro e Riccardo Massani di Jesi

NOTE: Espulso Carlos Aquino per doppia ammonizione; Ammoniti Tidei, Iuvalè, Pelliccetti, Mengoni, Palmucci.

CURIOSITÀ

Dopo che Bonacci aveva siglato l’1-0, il capitano della Sangiorgese è salito in cattedra e prima ha ristabilito la parità, poi ha segnato il gol del vantaggio ospite, ma il come ha qualcosa di straordinario. Infatti Massimiliano Gabaldi è riuscito con una botta da paura a timbrare il cartellino direttamente dalla bandierina e ad entrare nel club esclusivo dei pochi che, fin qui, in questo campionato di Promozione, ci erano riusciti. Lo specialista di questa fantasiosa, quanto geniale, conclusione da calcio d’angolo è Andrea Mancini della Pinturetta Falcor con due reti messe a segno (contro Trodica e Azzurra Colli). Poi, al pari dell’elpidiense c’è Krenar Kakuli dell’Aurora Treia che è andato in gol nella stessa modalità in due circostanze diverse (contro Chiesanuova e Futura 96). Infine, per l’appunto, la new entry è Gabaldi, che aggiunge al suo ampio repertorio anche il gol dall’angolo.

Leonardo Nevischi

La classifica del girone B di Promozione dopo le prime 13 giornate


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X