facebook twitter rss

Da una ditta veneta 2.200 ulivi in comodato gratuito alla Fattoria Montepacini

FERMO - La famiglia Dalla Vecchia, proprietaria della Utensilnord, ha voluto testimoniare la propria vicinanza alle ragazze e ai ragazzi di Montepacini
martedì 19 dicembre 2017 - Ore 19:16
Print Friendly, PDF & Email

Si allargano gli orizzonti delle attività di Agricoltura Sociale della Fattoria Montepacini. Lunedì 18 dicembre, una delegazione di volontari e ragazzi della Fattoria ha incontrato a Schio i titolari della ditta Utensilnord, Stelvio, Andrea e Simone Dalla Vecchia, proprietari di un oliveto di 2.200 piante, di cui molte di varietà antiche e rare, nel territorio del Fermano.

La famiglia Dalla Vecchia ha dimostrato sensibilità e attenzione per il progetto della Fattoria e, dopo aver conosciuto, alcune settimane fa, il presidente dell’associazione Vittorio Cugnigni in occasione della partita di calcio disputata a Fermo tra la Fermana e il Vicenza, ha voluto testimoniare vicinanza alle ragazze e ai ragazzi di Montepacini, concedendo in comodato gratuito l’oliveto.

Stelvio, Andrea e Simone hanno immediatamente socializzato con i ragazzi e gli accompagnatori e messo a disposizione il loro tempo per la conoscenza reciproca. L’incontro è terminato nel pomeriggio con l’impegno di non limitare la collaborazione alla firma di un contratto bensì di costruire altre opportunità per sviluppare insieme progetti e sinergie sia nell’ambito dell’agricoltura sociale che in quello sportivo, vista la grande passione e pratica dello sport da parte dei Dalla Vecchia e l’esperienza calcistica del Soccer Dream Montepacini.

Il presidente dell’associazione Vittorio Cugnigni ritiene importante la stipula di questo contratto per il futuro delle attività dell’associazione, e ha voluto ringraziare, oltre alla famiglia Dalla Vecchia, anche la Coldiretti di Fermo per la consulenza fornita. “Nelle prossime settimane – ha dichiarato – ci adopereremo insieme con la Cooperativa La Talea, per l’avvio di un corso di formazione sulla potatura e il recupero degli oliveti antichi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X