facebook twitter rss

Marche al top in Italia per
i Livelli Essenziali di Assistenza

SANITÀ - Includono la prevenzione della salute nei luoghi di vita e di lavoro, la sicurezza alimentare e veterinaria, all’assistenza territoriale, domiciliare e sociosanitaria, l’assistenza ospedaliera e emergenza urgenza
giovedì 21 dicembre 2017 - Ore 08:30
Print Friendly, PDF & Email

Il Comitato Nazionale LEA (Comitato composto da rappresentanti del Ministero della salute, Ministero dell’Economia e delle Finanze, Dipartimento per gli affari regionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri e rappresentanti delle Regioni) ei giorni scorsi ha certificato per le Marche il superamento degli adempimenti per l’anno 2016. La valutazione si riferisce, tra gli altri, alla così detta griglia LEA, che prevede una serie di indicatori che attestano la qualità dei livelli assistenziali che includono la prevenzione della salute nei luoghi di vita e di lavoro, la sicurezza alimentare e veterinaria, all’assistenza territoriale, domiciliare e sociosanitaria, l’assistenza ospedaliera e emergenza urgenza.

Un ottimo risultato quello raggiunto dalle Marche che, con il punteggio di 192 punti, anche in riferimento ad altre regioni con risorse e numeri molto più consistenti quali ad esempio la Lombardia, conferma l’elevato livello della sanità marchigiana. L’obiettivo conseguito premia il modello che mette al centro la persona e considera i servizi socio sanitari un investimento.

Il conseguimento dell’obiettivi raggiunti in termini di livelli di assistenza sanitaria sono ancor più significativi perché conseguiti proprio nell’anno del sisma che ha gravemente colpito tre province della Regione (88 Comuni), causando 51 vittime e più di 33mila persone senza la propria abitazione.

Sin dalle prime ore dopo le scosse sismiche del 24 agosto e del 26 e 30 ottobre 2016, il sistema sociosanitario ha preso in carico e assistito tutti i cittadini garantendo servizi assistenziali e sanitari. Nell’immediatezza, capillarmente nel territorio sono state approntate strutture sanitarie di emergenza e avviata prontamente la programmazione della ricostruzione di quanto è andato distrutto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X