facebook twitter rss

Soul Kitchen, la casa dell’arte e della solidarietà: il ritorno di Crisimass e la cena per IlluminaAmatrice

FERMO - Un fine anno con il botto per il locale: dal 27 al 29 concerti, performance, videomapping, speaching, music clinic e dj set a favore delle crisi natalizie, mentre sabato 30 cena solidale con gli organizzatori del festival del comune colpito dal sisma
venerdì 22 dicembre 2017 - Ore 08:45
Print Friendly, PDF & Email

 

Dal 27 al 29 dicembre il Soul Kitchen di Fermo si trasformerà, in occasione della seconda edizione dell’evento Crisimass, in un contenitore artistico con tre palchi, una sala di videomapping, live painting e molto altro ancora, il tutto organizzato in collaborazione con lo studio di registrazione Nufabric Basement Recording Studio.

L’evento prevede concerti, performance, videomapping, speaching, music clinic, dj set a favore delle crisi natalizie.

Ogni serata sarà aperta da Uomini nudi che corrono, un gruppo creativo che si occupa di illustrazione, fumetto, editoria indip, murales; anche Stefano Quadrini con il live di video mapping prenderà parte a tutte e tre serate.

Novità di quest’anno e curata dal duo Mangaboo giovedì 28 dicembre, è Sampling Everything, una clinic di campionamento elettronico, dove saranno fatti ascoltare cinque brani per poi esaminarli dal punto di vista storico, emotivo e tecnico produttivo.

Dopodiche sarà aperta una discussione sulla funzionalità dell’ascolto, facendo un accenno ai cambiamenti radicali tecnologici che sembrano aver diminuito la capacità di concentrazione ma, che forse, stanno dando vita a una nuova generazione più euforicamente selettiva.

Questo sarà l’unico evento a pagamento (20 euro) del Crisimass.

All’esterno, sempre gestito dallo staff del locale, sarà inoltre presente un food truck che venderà panini e frittura.

Prenderanno parte alla serata, tra gli altri Technoir, Vale & The Varlet, Container 47, Velocy Raptus Crew, i già citati Mangaboo, Coding Candy, Mr. Island e Polina.

Per la lineup completa dell’evento potete visitare la pagina ufficiale del Soul Kitchen.

L’area dove si svolge il festival IlluminAmatrice, nel Comune laziale

Altro momento importante sarà quello di sabato 30 dicembre, con la serata dedica a IlluminaAmatrice, festival che si è tenuto lo scorso agosto nella città distrutta dal terremoto e che si prepara già alla seconda edizione.

“IlluminAmatrice in Tour – spiegano gli organizzatori della manifestazione – racchiude una serie di appuntamenti da portare in giro per l’Italia (in programma Roma, Bologna, Milano) in cui verrà raccontata l’esperienza del Festival Illuminamatrice fatta dal 10 al 27 agosto 2017 al Villaggio Lo Scoiattolo, verrà offerto uno spettacolo musicale e promuoveremo i progetti futuri dell’associazione, con lo scopo di essere sempre più autosufficienti nella raccolta di fondi utili per autosostenerci.

La modalità che abbiamo pensato è quella di fare un caravan con il quale portare in giro un offerta artistica, legata alla promozione di prodotti tipici di produttori locali delle zone terremotate e sopratutto coinvolgere i ragazzi di Amatrice (fotografi, cuochi, musicisti tradizionali, artisti in genere e chi abbia competenze specifiche legate al territorio e alle tradizione di Amatrice e frazioni) dando loro la possibilità di contribuire direttamente ad una serie di appuntamenti che culmineranno e contribuiranno alla realizzazione della seconda edizione del Festival IlluminAmatrice nell’agosto 2018”.

Così, a fine anno, il Soul Kitchen proporrà una cena solidale al prezzo di 25 euro (con spaghetti all’Amatriciana e mezzo polletto al forno con patate, più acqua e vino) ospitando i Bussola Rotta a Sud Est (cantautorato indipendente da Amatrice e L’Aquila) e i fermani Freakantò, seguiti da un dj set.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X