facebook twitter rss

Sorpresa natalizia per il pubblico canarino: Luca Cognigni è gialloblù

SERIE C - L’attaccante fermano classe 1991, ex Ancona, ha firmato stamani per l’intera stagione con la Fermana portando una tanto attesa aria di novità: è proprio il caso di dire “Daje Fermà”
sabato 23 dicembre 2017 - Ore 18:16
Print Friendly, PDF & Email

Sorridente ed emozionato, Cognigni parla della sua nuova società calcistica

FERMO – In un periodo alquanto statico per la Fermana, reduce dal pareggio casalingo a reti inviolate di ieri sera con il Ravenna, a movimentare un po’ i giochi ci ha pensato l’arrivo di un nuovo  centravanti. Nuovo sulla carta però, perché da tempo riecheggiava il suo nome, oltre al fatto che da diverse settimane si allenava coi canarini, accolto tra loro come uno del gruppo fin dall’inizio, seppure ancora privo di un accordo formale.

La firma del contratto di Cognigni con la Fermana FC

Le parole di Fabio Massimo Conti 

“Luca è una persona di parola, onesto, volenteroso, fa sempre fede ai suoi impegni, ed è una perla rara in un mondo come quello calcistico. L’ho tenuto sempre d’occhio e nel tempo la mia stima nei suoi confronti ha ottenuto maggiori conferme. E’ stato un vero piacere poter suggellare questa unione tra lui e la Fermana FC, anche perché appartiene a questo territorio e, sono certo, vestirà questi colori con onore”.

Luca Cognigni col suo mister Destro e Conti

Occhi lucidi di gioia per il neo canarino

Da come descrive l’emozionante momento della firma del contratto, pare che Cognigni non incontrerà alcuna fatica a farsi ben volere dalla tifoseria, che ritrova, dopo l’uscita di scena di Filippo Forò, un giocatore che possa rappresentare al meglio la fede calcistica di una intera città e dintorni.

“Se ripenso che solo un anno fa, di questi tempi, ero ancora fermo in ospedale, in attesa della giusta soluzione ai miei problemi, tutto questo non mi sembra vero” dichiara il bomber velatamente commosso.

Luca Cognigni e Fabio Massimo Conti

La guarigione dagli infortuni in attesa del Sudtirol, ma….. con scaramanzia  

“E’ stata dura per me riprendere la piena forma, ma mi sono impegnato con doppie sedute giornaliere, pur di ottenere il pieno recupero; devo molto alla Fermana che mi ha permesso di allenarmi facendomi sentire uno della famiglia già da diverso tempo. Ci sono quasi, credo di essere pienamente disponibile già da gennaio, al rientro dalle festività, contro l’Alto Adige”, precisamente sabato 20. Sarebbe un po’ come  a dire ‘cancello questo anno negativo e soprattutto il mio incidente al ginocchio disputando una partita contro la squadra che ha beffato il mio destino’, dato che i suoi problemi ebbero origine proprio da una partita contro il Sudtirol, nella finale di Coppa Italia Tim Cup il 31 luglio 2016: “Non vedo l’ora di scendere in campo!”, con la maglia numero 32.

Silvia Remoli


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X