facebook twitter rss

C’è un pizzico di Fermano nella
Coppa di Eccellenza di stagione

CALCIO - Il Camerano del difensore ex Montegranaro e Fermana, Andrea Savini, e del bomber già Folgore, Elia Donzelli, si aggiudica l'ambito trofeo avendo la meglio sul Porto D'Ascoli per 2 - 0, grazie alle reti realizzate proprio dagli stessi elementi con prestigiosi e vincenti trascorsi nella nostra provincia
domenica 24 dicembre 2017 - Ore 14:23
Print Friendly, PDF & Email

Da sinistra, il difensore – goleador Savini, mister Montenovo e bomber Donzelli

RECANATI (MC) – Il Camerano batte per 2 – 0 il Porto D’Ascoli aggiudicandosi la fase regionale dell’ambito trofeo a tinte Tricolori e staccando di conseguenza il pass per la successiva fase nazionale. Al prossimo turno, infatti, gli anconetani troveranno i campioni del circuito umbro del Massa Martana. Nell’undici schierato dal trainer Luca Montenovo, e non da meno nel tabellino alle voce “reti“, ecco balzare all’occhio il difensore – goleador Andrea Savini e l’attaccante dalle fertili rese Elia Donzelli, entrambi leve del 1986 con precedenti di spessore in squadre del territorio fermano.

“Alzare al cielo la Coppa è stata una grossa soddisfazione – ammette Savini, al Montegranaro Provincia Fermana di mister Osvaldo Jaconi nel 2012/13, stagione culminata con il salto in Serie D via playoff, con tanto di inzuccata vincente nella finale regionale presso la tana della Biagio Nazzaro del tecnico Gianluca Fenucci, nel primo scampolo della stagione seguente guida della Fermana Football Club di cui fece parte lo stesso difensore -. Al di la della vittoria in se, l’aver raggiunto questo traguardo è il segno di una via ritrovata sotto l’aspetto della compattezza dopo un avvio di stagione un po’ complicato”.

Campione di Eccellenza nel torneo 2014/15, guidato da un condottiero all’esordio nelle vesti di timoniere come Ruben Dario Bolzan, il centravanti Elia Donzelli con la maglia dell’allora Folgore Falerone Montegranaro ( divenuta poi Folgore Veregra in Serie D ) in quella stagione mise a segno la bellezza di 19 centri, spalmati tra la stessa Coppa ed il massimo campionato regionale. “Dopo aver visto vincere gli altri in finali di questo tipo – illustra la punta di peso riferendosi alle sconfitte patite con addosso la maglia del Castelfidardo e della Folgore, rispettivamente contro Montegiorgio e Biagio Nazzaro – finalmente ecco arrivare il buon esito di una gara simile, per giunta con il valore aggiunto della rete realizzata. Un positivo viatico, dunque, per il resto della stagione, viaggiante sul doppio circuito della Coppa nazionale e senza meno del campionato“.

Paolo Gaudenzi

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X