facebook twitter rss

Boschi, ipotesi candidatura ad Ascoli
nel listino proporzionale della Camera

ELEZIONI - Da Roma rimbalza una clamorosa indiscrezione sulle nominations per Montecitorio. A gennaio in programma la conferenza dei circoli dem per i nomi locali. Tra i sicuri il sangiorgese Simone Baldelli per Forza Italia
martedì 26 dicembre 2017 - Ore 12:29
Print Friendly, PDF & Email

Maria Elena Boschi

Toto candidature, spuntano i primi nomi dei possibili candidati “paracadutati” da Roma nei listini proporzionali definiti nel nuovo sistema elettorale “Rosatellum”. La legge infatti prevede una parte di seggi assegnata ai vincitori delle sfide nei collegi e un’altra in base ai voti riportati dai partiti assegnando i seggi al listino bloccato di candidati. E così l’ultima indiscrezione, per certi versi clamorosa visto il nome in campo, riguarda quella relativa a Maria Elena Boschi, l’attuale sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri, e al centro del caso politico legato a Banca Etruria, dove il padre ricopriva la carica di vice presidente. La Boschi ha sempre negato pressioni a favore dell’istituto di credito aretino poi commissariato proprio dal governo Renzi dove era ministra anche la stessa esponente del Pd. Ora il Fatto Quotidiano, in un articolo sulle candidature, fa rimbalzare l’ipotesi di una candidatura della stessa Boschi nel collegio proporzionale della Camera di Ascoli o di Bologna. Tra i dem, infatti, non tutti sono convinti di candidare la Boschi ad Arezzo come testimoniato anche da una recente intervista a Repubblica del locale segretario del Pd, Ricci. Altri nomi sicuri nella lista proporzionale, questa volta in casa Forza Italia, sarà quello di Simone Baldelli, di origini sangiorgesi, ed attuale vice presidente della Camera. Per il senatore uscente Remigio Ceroni dovrebbe esserci la conferma al Senato. Mentre nel Pd piceno i nomi caldi sono sempre quelli di Paolo D’Erasmo, Valerio Lucciarini e Stefano Stracci. A gennaio si riunirà la conferenza dei segretari di circolo per iniziare le consultazioni anche se per questa tornata non sono previste le cosiddette “parlamentarie” allargate al voto degli iscritti. Il segretario Matteo Terrani ha già detto no ad imposizioni dall’alto puntando a confermare almeno un rappresentante del Piceno all’interno del prossimo parlamento.

r.p.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..



24 commenti

  1. 1
    Fulvio De Cicco il 26 dicembre 2017 alle 11:41

    É giusto: dopo i successi nella ricostruzione post-sisma, la coerenza tra pensiero e azione, il sobrio utilizzo dei voli d stato, l’impulso visionario e illuminato alle politiche nazionali…che raccolga il meritato frutto (anche qualche ortaggio d stagione) 😉

  2. 2
    Paola Valentini il 26 dicembre 2017 alle 14:16

    L aspettiamo a braccia aperte!!!

  3. 3
    Alvaro Sabbatini il 26 dicembre 2017 alle 11:45

    Ci voleva …

  4. 4
    Marco Ciferri il 26 dicembre 2017 alle 11:48

    Non vediamo l’ora di mandarla a fanc…

  5. 5
    Patrick Di Lupidio il 26 dicembre 2017 alle 11:57

    Attendiamo con ansia il giorno che terrà un pubblico comizio

  6. 6
    Penelope Light il 26 dicembre 2017 alle 12:00

    Ah, bhe, dopo il successo della gestione post sisma, mi pare giusto, no?

  7. 7
    Sabina Corvaro il 26 dicembre 2017 alle 12:00

    Oddio nooooo

  8. 8
    Stefano Ciampechini il 26 dicembre 2017 alle 12:30

    Pussa via

  9. 9
    Andrea Vicari il 26 dicembre 2017 alle 12:55

    Penso che, sarà un successo CLA MO RO SOOOOOO!!!!!!

  10. 10
    Gabriele Salvatelli il 26 dicembre 2017 alle 13:12

    Già basta ed avanza la boldrini per farci vergognare di essere marchigiani…

  11. 11
    Leonidas Mò il 26 dicembre 2017 alle 13:31

    Ma chi c…la vuole… è tanto grande l’Italia proprio le Marche deve subire questo martirio?!..

  12. 12
    Fulvio De Cicco il 26 dicembre 2017 alle 14:04

    Ehi gente…ma come, neanche un fan..?!

  13. 13
    Orietta Teodori il 26 dicembre 2017 alle 14:08

    Bene

  14. 14
    Giovanni Errera il 26 dicembre 2017 alle 14:25

    4/12/2016. In caso di sconfitta al referendum dimissioni immediate….

  15. 15
    Michele Bracalente il 26 dicembre 2017 alle 15:21

    Questo è un onore visto che le Marche sono piene di comunisti voglio proprio vedere se riescono a votare questo bel faccino

  16. 16
    Fiorindo Corradini il 26 dicembre 2017 alle 15:27

    Deve anda a lavora in fabrica s in una manovia di scarpe

  17. 17
    Ubaldo Fiori il 26 dicembre 2017 alle 19:38

    Ma perché pensano che noi marchigiani siamo Fessi ??

  18. 18
    Valentino Brugnini il 26 dicembre 2017 alle 20:18

    Non te costà

  19. 19
    Eulalia Giacoponi il 26 dicembre 2017 alle 20:36

    non è possibile !!!il peggio del peggio!!!!

  20. 20
    Raffaele Polucci il 26 dicembre 2017 alle 20:50

    A noi marchigiani credo che dopo il terremoto non ci potesse capitare piu’ nulla. Invece no la Boschi. Ma cosa Abbiamo fatto di male????

  21. 21
    Fausto Pettirossi il 26 dicembre 2017 alle 21:37

    Non si deve candidare da nessuna parte!

  22. 22
    Alfonso Zocchi il 27 dicembre 2017 alle 11:40

    Auguri a tutti i marchigiani delle provincie di Ascoli e Fermo……

  23. 23
    Ivana Vellante il 27 dicembre 2017 alle 18:54

    e no èèèèè! non ci mancherebbe che questa !

  24. 24
    Ivana Vellante il 27 dicembre 2017 alle 18:55

    che se la tenga la Toscana!

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X