facebook twitter rss

Il segretario Pd furioso contro i vandali delle auto: “Fatti vergognosi, ci costituiremo parte civile”

FERMO - Alessandrini: "Ci sono Sindaci che invece di controllare giornalmente il procedere dei lavori, e segnalare a chi di dovere quello che non va, preferiscono farsi 'il filmino' un paio di giorni prima per guadagnarsi qualche minuto di notorietà"
sabato 30 dicembre 2017 - Ore 18:38
Print Friendly, PDF & Email

 

“In merito ai fatti vergognosi accaduti nei giorni scorsi che hanno visto danneggiate le auto della Regione Marche con scritte ingiuriose nei confronti della Regione stessa, e, cosa ancor più grave, associare il nome del Partito Democratico alla mafia, fenomeno che abbiamo sempre combattuto strenuamente da Pio la Torre in poi, comunichiamo che il Partito Democratico Provinciale di Fermo intende costituirsi parte civile nell’eventuale processo a carico degli autori, che mi auguro vengano scoperti al più presto dalle forze dell’ordine”. Il segretario provinciale del Partito Democratico della Provincia di Fermo Fabiano Alessandrini interviene dopo il raid dei vandali di ieri di fronte alla sede distaccata della Regione Marche nel polo di Via Marsala.

“Quello che è accaduto – scrive Alessandrini –  non può certo ricondursi ad un semplice gesto di ‘goliardi’, e, anche se lo fosse, sarebbe altrettanto grave e comunque figlio di un “clima intimidatorio” riconducibile ad un modo di fare politica speculativo ed indegno di questo nome. Ci sono esponenti del centro destra regionale, che ogni giorno speculano sulla gestione del terremoto, un evento mai riscontrato prima in Italia per la vastità è la ripetitività nel tempo, che nei comuni da loro amministrati per venti anni non erano nemmeno riusciti a fare le schede di vulnerabilità sismica prima del terremoto, e che oggi proprio “grazie” al terremoto e alla Regione, reperiranno i fondi necessari per metterle in sicurezza. Ci sono Sindaci che invece di controllare giornalmente il procedere dei lavori, e segnalare a chi di dovere quello che non va, preferiscono farsi ‘il filmino’ un paio di giorni prima per guadagnarsi qualche minuto di notorietà fomentando la rabbia della gente, e facendo così passare in secondo piano quanto di buono si sta facendo“.

Segretario provinciale che difende il ruolo del suo partito: “Gli esponenti del PD, dai Parlamentari ai Consiglieri Regionali ai Sindaci, fino ai Segretari provinciali e di circolo, sono stati sempre attivi sul campo, gli altri non li abbiamo mai visti, solo letti sui giornali. L’Assessore Sciapichetti ha ben spiegato quanto, con molta fatica, sta facendo la Regione, e come la Regione Marche nulla ha a che fare con l’appalto alla ditta Arcale, scelta ben due anni fa con un appalto dalla Protezione Civile Nazionale, ditta che peraltro, può essere criticata per i lavori, ma null’altro gli può essere contestato. Non si capisce dunque come può essere tirato in ballo il Partito Democratico ed associarlo a questa ditta ed addirittura a collusioni mafiose, se non nell’ottica di una becera speculazione politica che purtroppo fa breccia nelle menti dei più semplici.  La nostra costituzione come parte civile, vuol essere un chiaro messaggio a tutti, non ci faremo intimidire da nessuno, né accetteremo una campagna elettorale fatta di affronti di questo tipo. Saremo pronti a rispondere colpo su colpo. Nel frattempo continueremo a lavorare con lo stesso impegno di sempre al fianco della gente”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..



2 commenti

  1. 1
    Francesco Frascerra il 31 dicembre 2017 alle 8:52

    Più o meno vergognose come le casette dei terremotati.

  2. 2
    Piero Pastecchia il 1 gennaio 2018 alle 9:24

    Come al solito la politica ha perso un’occasione per stare in silenzio

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X