facebook twitter rss

La vittoria su Imola esalta
Gabriele Ceccarelli:
“Per il 2018 Trieste e Coppa Italia”
GUARDA IL VIDEO

SALA STAMPA - La Poderosa chiude l’anno in bellezza offrendo al pubblico una partita casalinga emozionante fino agli ultimi secondi di gioco. “Il merito è di tutti, nessuno escluso” tuona l’allenatore
domenica 31 dicembre 2017 - Ore 00:24
Print Friendly, PDF & Email

Demis Cavina coach dell’Andrea Costa Imola

PORTO SAN GIORGIO – Gli obiettivi ambiziosi di coach Ceccarelli che non erano prevedibili ad inizio stagione ora si fanno più vicini e realisticamente raggiungibili. Ma a sedersi al cospetto dei giornalisti prima di lui è Demis Cavina, allenatore della Andrea Costa Imola che non ha molto da rimproverare ai suoi ragazzi visto la rimonta a partire dal secondo tempo che ha fatto sudare freddo la XL Extralight.

“Riconosco che nella seconda parte di gioco siamo stati bravi a reagire, con un’ottima zona, ma non è bastato. Questo perché sotto diversi aspetti siamo ancora acerbi: ad esempio nelle situazioni fallose, dobbiamo essere più scaltri e maturi e non contestare gli arbitri, ma ricordarci la bravura e l’opportunismo dell’avversario che abbiamo studiato in settimana. Montegranaro ci ha puniti anche nell’uno contro uno, dove non siamo stati in grado di fermare i loro lunghi”.

L’aver comunque provato a riaprire la partita dà al coach dei romagnoli la consapevolezza di avere un team che si sta sempre più consolidando e sta limando i propri difetti. Conclude con i complimenti ad un super avversario, il capitano Amoroso che oggi indubbiamente ha disputato una delle sue migliori partite, fondamentale e risolutivo nei momenti di difficoltà: “Conosco bene Valerio, l’ho allenato quando aveva 19 anni e continua a stupirmi: oggi anche con i tiri da tre, incredibile!”.

Il coach della XL Extralight Gabriele Ceccarelli

Ed ecco giungere baldanzoso Gabriele Ceccarelli, impossibile per lui celare un sorriso ed un entusiasmo palesi per una chiusura dell’anno perfetta: “Posso essere arrabbiato perché per un attimo ci siamo adagiati specchiandoci nella nostra bellezza e concedendo spazio all’avversario, ma oggi mi sento di ringraziare tutti, davvero, uno per uno, ciascuno di noi è stato super, per gli ottimi risultati conseguiti”.

Ai suoi ragazzi quindi dice solo “bravi, continuate così”, anche perché le mire del 2018 sono impegnative ma alla sua portata: “Se vinciamo a Trieste agguantiamo la Coppa Italia, altrimenti – sorride, ma col ghigno di chi non si augura affatto la seconda opzione – dobbiamo vedere cosa ci concede Jesi”. Quella di oggi è una vera e propria rampa di lancio per gli impegni che lo aspettano nel 2018 anche perché l’Andrea Costa Imola si è a lui rivelata come “una squadra orgogliosa e ben allenata, con esperti solidi e giovani molto interessanti”.

Ousmane Gueye

Sull’importanza del gruppo è ovviamente d’accordo anche il suo Ousmane Gueye : “E’ un anno bello grazie a tutti, questo che si è concluso, ma dobbiamo concluderlo anche con la consapevolezza che non abbiamo fatto ancora niente”, c’è ancora tanto da spendere in impegno ed in energie ma ora i gialloblù della Poderosa possono rifiatare con due giorni di riposo. Il senegalese ex Scaligera chiude con un saluto a tutti e un augurio : “Tanta voglia di fare bene nel 2018!” 

Silvia Remoli


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X