facebook twitter rss

Marco Rossi, il preparatore
della Sutor: ”Tutti al lavoro
per la forma migliore”

SERIE C SILVER - Con il prezioso membro dello staff ecco il punto della situazione a cavallo della pausa di campionato. Sulla via del recupero la lunga lista di infortunati. Si tornerà in campo alla Bombonera, sabato 13, contro Osimo
giovedì 4 gennaio 2018 - Ore 14:33
Print Friendly, PDF & Email

MONTEGRANARO – A circa una settimana e mezzo di distanza dal prossimo incontro di campionato (sabato 13 gennaio ore 21:15 alla Bombonera contro Osimo), i giocatori sutorini sono tornati in palestra dopo la pausa di capodanno.

La ripresa degli allenamenti ha finalmente coinciso con il (quasi) pieno reintegro di tutti i giocatori, con Principi ancora un po’ acciaccato ed il pivot Cataldo di rientro da un lungo infortunio.
Facciamo allora il punto della situazione sulla condizione fisica dei gialloblu insieme al preparatore Marco Rossi.

Rossi, come ha trovato i giocatori al rientro dalle vacanze?

“Il primo allenamento dopo le vacanze è sempre un po’ strano. Ci si presenta in palestra dopo un periodo di inattività (anche se solo di una settimana) dove i ragazzi hanno ricaricato le pile sia mentalmente che fisicamente; da adesso in poi però inizieranno una serie di allenamenti ad alta intensità che serviranno per arrivare bene a fine stagione.”

Nelle ultime due partite la Sutor ha dovuto fare a meno di Principi. Come sta Riccardo?

Prince ha avuto un problema al piede ma nel giro di pochi giorni, salvo complicazioni, dovrebbe rientrare a far parte del gruppo.”

 Anche la situazione del pivot Cataldo sembra si stia risolvendo. Come vede Brandon? E quando pensa possa scendere in campo?

“Brandon sta lavorando stabilmente con la squadra già da un paio di allenamenti, in più sta seguendo un attento programma in palestra per riprendere al 100%. È un gran bel giocatore che ci potrà sicuramente far comodo…stiamo lavorando al massimo per vederlo in campo il prima possibile.”

Nonostante la fortuna non sia stata dalla parte dei gialloblù per tutto il girone d’andata, la squadra è riuscita spesso a portare a casa il risultato. Qual è il segreto di questi ragazzi?

“Siamo riusciti a portare a casa i due punti anche in situazioni proibitive perché, soprattutto dalla metà del girone di andata, si è creato un gruppo pronto a sacrificarsi l’uno per l’altro. Ad inizio stagione, forse perché la squadra era praticamente tutta nuova, lo spirito era differente.”

Cosa vorresti chiedere a questo 2018 appena iniziato?

“Non posso che chiedere alla squadra di continuare a lavorare come sta facendo, senza mollare neanche un millimetro…abbiamo tanta voglia di continuare a toglierci qualche soddisfazione!”

Questa è per te la seconda stagione alla Sutor. Raccontaci cosa vuol dire lavorare per questo nome…

“Abitando a due passi dalla Bombonera, la Sutor è un pezzo importante della mia vita. Fin da piccolo la seguivo nei match casalinghi, e la chiamata di coach Ciarpella mi ha fatto enormemente piacere. Allenare una squadra come la Sutor è motivo di orgoglio!”

 

Fotogallery

Alcune immagino con Rossi all’opera al fianco del giocatori veregrensi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X