facebook twitter rss

Dalla messa in sicurezza post sisma alla progettazione per i quartieri:
un anno di lavoro per l’assessore Luciani

FERMO - Sul fronte Protezione Civile: "Un ruolo essenziale nella gestione e nel superamento dell'emergenza sismica che in alcuni momenti si è sommata ad altre emergenze di carattere meteorologico o di ricerca di persone scomparse, effettuando complessivamente oltre 80 interventi"
venerdì 5 gennaio 2018 - Ore 11:11
Print Friendly, PDF & Email

Ingrid Luciani

“Oltre alla continua attività di manutenzione ordinaria e straordinaria del patrimonio immobiliare comunale, ivi comprese le scuole fino alle medie, di strade e territorio, il settore nel corso del 2017 si è contemporaneamente occupato dell’attività di messa in sicurezza degli immobili danneggiati dal sisma, oltre che del controllo e della messa in sicurezza degli edifici privati a tutela della pubblica incolumità”. L’assessore ai Lavori Pubblici e Protezione Civile Ingrid Luciani traccia un bilancio degli interventi portati avanti nel 2017. Anno all’insegna delle operazione di recupero post sisma di quelli che sono i beni storici, e non solo, della città.

“Nello specifico – spiega la Luciani –  sono stati effettuati gli interventi di messa in sicurezza, dell’Auditorium San Martino, degli archi trionfali e del transetto della Chiesa di Sant’Agostino, di tratti delle mura castellane e del Palazzo dei Priori primo stralcio. Per quest’ultimo edificio è stata fatta l’aggiudicazione del secondo lotto e i lavori sono prossimi all’inizio. Analoghi interventi sono stati effettuati su alcuni plessi scolastici cittadini, quali la Scuola Primaria Don Dino Mancini (contemporaneamente ad intervento di manutenzione straordinaria della copertura che era in corso al momento del sisma) e presso la Scuola Secondaria di Primo Grado Fracassetti”. 

Assessore che illustra poi gli altri interventi: “Il notevole surplus di lavoro dato dal sisma svolto dagli uffici senza incremento della dotazione organica, non ha comunque inficiato il prosieguo di lavori già in corso, o l’avvio di ulteriori come programmati nel piano delle opere pubbliche dell’anno in corso, in particolare in tema di infrastrutture:

il completamento del collegamento meccanizzato Orzolo – Centro Storico, primi due tronconi;
il completamento di aree parcheggio Campiglione, via Beni
l’asfaltatura di strade in varie zone della città, la realizzazione di numerosi dossi o attraversamenti pedonali rialzati per aumentare la sicurezza di utenti e pedoni, e la sistemazione di numerosi tratti di strade del centro storico, lavoro di prossimo avvio;
il potenziamento di tratti dell’impianto di pubblica illuminazione che è inoltre in fase di efficentamento globale a seguito dell’adesione alla convenzione Consip Luce 3, così come l’efficentamento del sistema di illuminazione di fabbricati particolarmente energivori, quali alcune scuole e palestre (Leti, Coni, Municipio, Leonardo da Vinci, Autoparco, ecc.;
l’adeguamento delle strutture del Campo Sportivo “B. Recchioni” a seguito delle prescrizioni impartite dagli Enti preposti (FIGC, Questura, Prefettura, VV.FF.) al fine di consentire lo svolgimento delle gare da parte della Fermana per il campionato di serie C;
la riqualificazione o la realizzazione di importanti aree verdi a servizio di quartieri quali il Tirassegno (in Via Rubens) e Casabianca (fascia verde lungomare)

in tema di strutture:

l’avvio dei lavori di ampliamento della scuola primaria di Salvano, progettati e finanziati nel corso del 2016;
completamento dei lavori del nuovo nido comunale di Sant’Andrea;
la realizzazione di lavori di riqualificazione e ripristino degli impianti sportivi del complesso ex Centro Studi Polizia di Stato, per riportare in funzione la palestra con i relativi spogliatoi ed entrambe i campi sportivi maggiori, dotati di nuovi impianti di illuminazione; ulteriori lavori saranno eseguiti con la creazione di percorsi pedonali e di un’area ricreativa per cani nella zona verde, forti anche della collaborazione con l’Itet “Carducci – Galilei” che proprio per il complesso Ex COPS ha ideato una progettazione per la fruizione accessibile risultando primi classificati con questo progetto al concorso nazionale organizzato dalla Onlus FIABA che si occupa anche dello studio dell’accessibilità;
il completamento e l’integrazione con un ulteriore stralcio dei lavori presso la Chiesa di San Filippo Neri, con la creazione di uno spazio flessibile e polivalente adatto sia alle esposizioni che alla convegnistica;
Lavori di sistemazione di Palazzo Paccarone che accoglieranno i Musei Scientifici di Villa Vitali;
la realizzazione dei lavori di adeguamento sismico e ristrutturazione del fabbricato ex Consorzio Agrario in Piazza Dante, destinato ad accogliere il Comando della Polizia Municipale ed il Servizio Comunale di Protezione Civile incluso il C.O.C., così da creare un polo di servizi al cittadino in posizione strategica e servita dai parcheggi dell’Orzolo, liberando al contempo spazi nel centro storico funzionali alla creazione di un percorso museale integrato;
la ristrutturazione della “Bottega delle Idee” e l’avvio dei lavori di ristrutturazione del fabbricato a Monte Pacini, del quale si era sviluppata nel 2016 la progettazione esecutiva.

In tema di territorio:

il completamento dei lavori di sistemazione scarpata della Variante del Ferro;
la sistemazione del contenimento di porzioni della strada comunale Reputolo, tra le aree franose di maggior pericolosità sul territorio comunale;
la sistemazione di opere di contenimento in vari punti del centro storico, a partire dal completamento della sistemazione del tratto di mura castellane di Via Monteverde, lavori progettati ed avviati nel 2016 e di opere di contenimento in Via Vitelli”.

I PROGETTI 

Ingrid Luciani entra poi nel merito della progettazione: “Parallelamente infine a queste attività il Servizio LL.PP. si è inoltre occupato dello sviluppo di numerose progettualità, interamente in proprio o nell’attività di supporto e coordinamento dell’acquisizione del servizio da professionisti esterni, per:

la riqualificazione del quartiere Tre Archi;
la ristrutturazione dell’Ex Mercato Coperto cittadino;
la realizzazione di un ponte ciclo pedonale sul fiume Ete Vivo e di tratti di pista ciclabile adesso collegati;
l’ampliamento della palestra della pista di atletica;

I predetti progetti sono stati redatti per la partecipazione a bandi di finanziamento.

la realizzazione di un nuovo polo scolastico in Via Salvo D’acquisto per due scuole secondarie di primo grado e delle relative opere di urbanizzazione;
la realizzazione di un ascensore di collegamento tra Via Mazzini ed il Girfalco;
la realizzazione di una nuova strada a Marina Palmense secondo le previsioni del P.R.G. che si svilupperà parallelamente alla Ferrovia lontano dalla linea di costa in erosione in tale tratto e soprattutto per preservare l’oasi naturalistica di Marina Palmense;
la riqualificazione dell’ex area demaniale Tirassegno;
la riqualificazione di Piazzale Azzolino;
l’ampliamento dei civici cimiteri Centrale e di Capodarco;
il secondo stralcio della ristrutturazione del complesso Fontevecchia per l’ottenimento di fondi relativi alla Legge 61/98 (sisma Marche Umbria 1997);
l’allestimento e rifunzionalizzazione degli spazi del Terminal Orzolo per la creazione di un polo di arte contemporanea;
l’ampliamento della scuola dell’infanzia e primaria di Molini Girola e lo studio della vulnerabilità sismica della scuola dell’infanzia e primaria di Ponte Ete;
la variante generale delle opere di difesa della costa a Marina Palmense con la suddivisione in stralci e la realizzazione di una scogliera radente a protezione del medesimo litorale”.

LA PROTEZIONE CIVILE

“Il Servizio Protezione Civile, oltre a svolgere un ruolo essenziale nella gestione e nel superamento dell’emergenza sismica che in alcuni momenti si è sommata ad altre emergenze di carattere meteorologico o di ricerca di persone scomparse, effettuando complessivamente oltre 80 interventi, ha inoltre proseguito la sua attività nello svolgimento dei normali compiti istituzionali, provvedendo in seguito alla preparazione del Piano Comunale dell’Emergenza, approvato in C.C. nel luglio 2016, ad aggiornare il Regolamento del Gruppo comunale di Protezione Civile, approvato in C.C. nel marzo 2017.
Il servizio si è inoltre occupato della formazione e sensibilizzazione del personale dipendente circa la corretta applicazione del Piano Comunale dell’Emergenza, preparando inoltre quelli che saranno i prossimi incontri per la divulgazione dei contenuti dello stesso nei confronti della cittadinanza.
Componenti del gruppo comunale hanno inoltre partecipato ad esercitazioni congiunte con Personale degli analoghi servizi sia in Friuli che in Germania ad Ansbach, consolidando una rapporto nato grazie alla collaborazioni con le Associazioni “Amici di Ansbach” ed “Amici di Fermo e del Fermano”.
E’ stata implementata la dotazione delle risorse strumentali al fine di svolgere in modo più efficace ed efficiente i servizi svolti mediante l’acquisto di un nuovo mezzo comunale opportunamente equipaggiato”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X