facebook twitter rss

Futura 96 – Montecosaro
mai una partita come le altre,
stavolta passano i giallorossi

PROMOZIONE - Gara double face. Tre gol tutti nel primo tempo e zero emozioni nel secondo. Due prodezze mancine di D'Angelo decidono l'incontro. I capodarchesi cadono per la terza volta consecutiva in campionato e ora la griglia playout dista un solo punto
domenica 7 gennaio 2018 - Ore 20:16
Print Friendly, PDF & Email

Attimi di tensione in campo

CAPODARCO – Quella tra Futura 96 e Montecosaro è una rivalità che va avanti da tanto tempo e anche oggi il match tra fermani e maceratesi non ha deluso le aspettative. Tutto iniziò il 16 maggio 2015 quando a Porto Sant’Elpidio le due squadre si giocarono lo spareggio che avrebbe garantito l’approdo in Promozione (allora vinse il Montecosaro), poi la storia volle scherzare ancora con i destini delle due compagini e la scorsa stagione, il 21 maggio 2017, si scontrarono nuovamente, ma questa volta nei playout per mantenere la categoria. Vinsero i capodarchesi 4-1 ai tempi supplementari e si salvarono. Tuttavia il Montecosaro in estate venne ripescato ed ecco qua che il fato decise per un altro faccia a faccia. Tuttavia oggi ad avere la meglio sono stati gli uomini di Mazzaferro, che agganciano in classifica proprio la Futura e riaprono il discorso salvezza. 

IL TABELLINO

FUTURA 96 1 (4-3-1-2): Aquinati; Murazzo Antonio, Marzan, Murazzo Gianluca, Drammeh; Capiato (17′ st Fiumaroli), Bartolini Matteo, Conte; Mannozzi (6′ st Vitellozzi); Angelini (39′ st Bordoni), Spinozzi. A disposizione: Verone, Felicetti, Belleggia, Malaspina. All. Matteo Calvà

MONTECOSARO 2 (4-3-3): Torresi; Albanesi, Benfatto, Squarcia, Quintabà; Rapacci, Cozzi, D’Angelo; Pistelli (43′ st Baiocco Luca), Ulivello, Pietrella (31′ st Bartolini Federico). A disposizione: Gentili, Ercoli, Baiocco Simone, Tramannoni, Marziali. All. Andrea Mazzaferro

RETI: 5′ pt Murazzo Antonio, 11′ pt e 37′ pt D’Angelo

ARBITRO: Luca Gregori di Pesaro; assistenti Marco Scarpetti di San Benedetto del Tronto, Alfio Salvatore D’urso di Ascoli Piceno

NOTE: Ammoniti Cozzi, Mannozzi, Pietrella, Torresi, Rapacci, Gianluca Murazzo; corner 3 – 5, recupero +1′ +5′

LA CRONACA

Anno nuovo, i soliti problemi. Al Postacchini di Capodarco, nella quattordicesima giornata d’andata, Matteo Calvà deve fare ancora i conti con gli infortuni. Fuori Verone, Smerilli e Bracciotti, il tecnico locale si affida al consueto 4-3-1-2 schierando Gianluca Murazzo nell’inedita posizione di difensore centrale in coppia con Marzan, il rispolverato Bartolini con Conte e Capiato a centrocampo, mentre davanti il tandem Spinozzi – Angelini supportato da Mannozzi. Sulla sponda ospite, Andrea Mazzaferro risponde predisponendo un 4-3-3 guidato dai colpi di genio di capitan D’Angelo e dal tridente d’attacco composto da Pistelli, Ulivello, Pietrella. 

Succede tutto nel primo tempo. Partenza a razzo delle due squadre che poi vanno pian piano scomparendo tra la foschia del Postacchini. Ad aprire le danze sono i padroni di casa. Spinozzi sull’out di sinistra dribbla Albanesi e prova la conclusione da posizione defilata, Torresi ci mette una pezza e Squarcia preferisce non rischiare e metterla in corner. Dal successivo tiro dalla bandierina Antonio Murazzo svetta più in alto di tutti e con l’aiuto della traversa deposita in rete il vantaggio rossoblu. La reazione del Montecosaro non si fa attendere molto, perché al 11′ Andrea D’Angelo trova il pari con un rasoterra millimetrico che si infila nell’angolino alla sinistra di Aquinati. I giallorossi sulle ali dell’entusiasmo quattro minuti più tardi scheggiano la traversa con la testa di Squarcia. Al 23′ Matteo Bartolini con una punizione dal limite impegna Torresi che si rifugia in corner, mentre al 37′ il piazzato di capitan D’Angelo ha tutt’altro epilogo: palla sopra la barriera e Aquinati battuto. La Futura subisce la rimonta e incassa il contraccolpo psicologico non riuscendo a riproporsi in avanti.

Nella ripresa, in un clima neanche troppo freddo, ci pensano comunque sia i tifosi sugli spalti a scaldare l’ambiente con il riaccendersi di rivalità passate, i quali regalano più emozioni dei ventidue in campo. Di fatto, nei secondi quarantacinque minuti non si assiste a nulla di particolare: vedesi le zero conclusioni verso le due porte con Aquinati e Torresi che assistono da spettatori non paganti. L’unico squillo degno di nota arriva al 42′ st quando Rapacci innescato da Cozzi prova la deviazione vincente in spaccata, ma la sfera scivola lentamente sul fondo.

Leonardo Nevischi

Fotogallery 

Antonio Murazzo, 23 anni, autore del momentaneo vantaggio della Futura

L’esultanza del capitano giallorosso

Il secondo gol su punizione firmato da D’Angelo

Tutti ad abbracciare Andrea D’Angelo

Il saluto dei giocatori del Montecosaro ai tifosi giunti al Postacchini


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X