facebook twitter rss

Videosorveglianza, il punto
del sindaco Mancini:
“Il numero dei reati in città è diminuito”

MONTEGRANARO - Sono circa 50 i casi accertati che, proprio attraverso l'utilizzo di questo sistema, hanno permesso alle Forze dell'Ordine ed alla Polizia municipale di risalire ai responsabili di reati nel territorio comunale.
martedì 9 gennaio 2018 - Ore 18:20
Print Friendly, PDF & Email

Ediana Mancini

In relazione agli atti vandalici di inizio anno avvenuti lungo Viale Gramsci e alle notizie di un malfunzionamento delle videocamere di sorveglianza, l’Amministrazione comunale vuole fare chiarezza. Dopo una verifica è stato infatti accertato che soltanto una delle due videocamere presenti nell’area abbia avuto un problema tecnico.

“Il fatto che una videocamera subisca un malfunzionamento non imputabile ad alcun soggetto – spiega il Sindaco Ediana Mancini – non può far venire meno il risultato straordinariamente positivo ottenuto sin dall’avvio dell’intero sistema di videosorveglianza. Sono infatti circa 50 i casi accertati che, proprio attraverso l’utilizzo di questo sistema, hanno permesso alle Forze dell’Ordine ed alla Polizia municipale di risalire ai responsabili di reati nel territorio comunale. E proprio le immagini catturate dalla videocamera oggetto di discussione solo un mese fa sono risultate decisive nell’accertare un danneggiamento alla cosa pubblica”.

“Grazie al sistema di videosorveglianza e ad una costante sinergia con Polizia municipale, Carabinieri, Questura e Prefettura, il numero dei reati in città è diminuito, nonostante il verificarsi di episodi che hanno creato un diffuso senso di allarme e timore. “Puntiamo ad applicare il piano di sicurezza integrata – aggiunge il Sindaco -, con la massima collaborazione di tutte le Forze dell’Ordine, come avvenuto in altre situazioni, e con le strumentazioni che abbiamo in dotazione”.

Quanto all’ultimo atto vandalico, la Mancini rimarca il proprio dispiacere per il fatto che diversi concittadini abbiamo scelto di strumentalizzare la situazione rimarcando l’origine del responsabile del reato. “Alla sottoscritta e a tutta l’Amministrazione comunale non interessa la provenienza di una persona, ma solo l’accertamento delle singole responsabilità. I problemi di delinquenza, infatti, coinvolgono sia le persone di origine straniera che quelle italiane e su questo aspetto manterremo sempre ferme le nostre convinzioni. Rispetto all’ipotesi di allontanamento del non residente, voglio evidenziare come la sottoscritta non abbiamo affatto velleità da sceriffo ma che stia piuttosto verificando quanto previsto dalla normativa, con l’unico obiettivo di garantire la pubblica incolumità ed un livello di sicurezza sempre maggiore”.

“Leggiamo che altri Comuni limitrofi hanno iniziato a muoversi nella direzione che noi abbiamo intrapreso sin dall’inizio del nostro mandato – conclude il Vice Sindaco Endrio Ubaldi – coinvolgendo nell’acquisto di videocamere anche soggetti privati. Siamo certi che questa sia la strada migliore da percorrere per, come rimarcato dal Sindaco, raggiungere i migliori risultati possibili grazie soprattutto alla collaborazione delle Forze dell’Ordine. Con l’occasione annuncio che nei prossimi mesi lavoreremo per un ulteriore miglioramento di tutto il servizio”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X