fbpx
facebook twitter rss

Poderosa, consegnati dei peluche
nei reparti ospedalieri per minori

SOCIALE - La compagine cestistica di Serie A2 ha concluso, questa mattina presso la fondazione Salesi di Ancona, la visita dei nosocomi già inaugurata con Fermo e Civitanova Marche. Il tutto nelle logiche del Teddy Bear Toss, un progetto sociale vicino ai bambini bisognosi di cure
Print Friendly, PDF & Email

I tesserati della Poderosa in visita al Salesi per la consegna dei peluche

ANCONA – Con la consegna dell’ultima tranche di peluche avvenuta questa mattina alla Fondazione Salesi, si è conclusa ufficialmente l’ “operazione” Teddy Bear Toss.

L’iniziativa, lanciata diversi anni fa nello sport americano (in particolare nei campionati minori di hockey) per dare un sorriso ai bambini ricoverati in ospedale nel periodo di Natale, è stata portata in Italia, ed in particolare nella pallacanestro, per la prima volta nel dicembre 2014 per iniziativa della popolare piattaforma web La Giornata Tipo e quest’anno anche la Poderosa ha voluto fare la sua parte.

In occasione della “Giornata Gialloblù”, quella di domenica 17 dicembre per il match contro la Consultinvest Bologna, la società ha invitato bambini, ragazzini, adulti, anziani e chi più ne ha più ne metta a portare con sé al palas dei peluche da lanciare in campo dopo il primo canestro segnato dal campo. E la risposta da parte del popolo gialloblù è stata clamorosa: dopo la tripla di Eugenio Rivali che ha aperto il match in campo sono piovuti circa 400 orsacchiotti di ogni forma, colore e dimensione.

Non solo: gli istruttori della scuola basket Alfonso Di Marco e Luca Lerici, insieme all’infaticabile responsabile minibasket della Fip Simone Del Prete, a Luca Del Pontano e al nostro responsabile dell’area sviluppo Franco Del Moro, avevano invitato i piccoli dei settori giovanili affiliati alla Poderosa ad allegare al loro peluche un piccolo messaggio che avrebbero voluto far avere al bambino che avrebbe ricevuto l’orsacchiotto. Sono scaturiti così messaggi davvero toccanti.

I peluche, ovviamente, non sono rimasti a lungo nei magazzini del PalaSavelli: già prima di Natale i giocatori della XL Extralight hanno fatto visita ai reparti di pediatria degli ospedali di Fermo e Civitanova Marche per consegnare di persona i pupazzetti ai bambini costretti a trascorrere le festività lontano dal calore della propria casa e questa mattina la consegna si è completata con la visita alla Fondazione Salesi di stamattina.

“Siamo davvero felici di aver dato un sorriso a tanti tanti bambini con un’iniziativa semplice e coinvolgente come questa – dice il vicepresidente della Poderosa, Riccardo Bigioni –, siamo attenti e sensibili alle tematiche del sociale e vogliamo coinvolgere sempre di più la squadra ma anche i nostri sostenitori per dare qualcosa, nel nostro piccolo, anche a chi ne ha più bisogno”.

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X