facebook twitter rss

Tre milioni di euro per disabili e minori,
nel 2018 il via alla riqualificazione
di Tre Archi

FERMO - Il report dell'assessore Mirko Giampieri sulle attività del 2017 e gli obiettivi per il nuovo anno, con un plauso al personale del Comune
mercoledì 17 Gen 2018 - Ore 18:35
Print Friendly, PDF & Email

 

L’anno che si è chiuso è stato molto impegnativo per l’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Fermo, guidato dall’Assessore Mirco Giampieri e per gli Uffici diretti da Gianni Della Casa.

“I bisogni sociali e il numero degli utenti sono stati in costante aumento – sottolinea Giampieri – e il Comune ha dovuto aumentare le risorse finanziarie stanziate nel proprio bilancio (più 250.000 euro rispetto al 2016) anche perché purtroppo sono diminuiti i trasferimenti da parte della Regione Marche e dello Stato (meno 350.000 euro).

Complessivamente per erogare i servizi necessari abbiamo speso circa 4 milioni di euro – continua Giampieri – cui vanno aggiunte le risorse utilizzate direttamente dall’Ambito Sociale Territoriale XIX per i progetti coordinati a livello territoriale come ad esempio i tirocini sociali per i soggetti disabili e disagiati, la cui richiesta è aumentata.

Gran parte delle risorse sono state impiegate nel campo della disabilità (circa 2 milioni di euro) nei servizi strutturali come il Montessori, i cui contratti del personale specializzato sono scaduti ad agosto 2017 e sono stati tutti prorogati per dare continuità all’attività del Centro di riabilitazione, o come i Centri Semiresidenziali Montepacini e la Bottega delle Idee che proprio a fine anno è stata riportata nella sua sede originaria di via del Bastione.

Nel contempo sono aumentati gli altri interventi per la disabilità come l’educativa domiciliare e scolastica e il trasporto grazie all’acquisizione di un nuovo mezzo attrezzato.

Attraverso i vari canali, nel 2017 sono state date concrete risposte ai bisogni di oltre 300 soggetti disabili del territorio per la maggior parte di minore età.

E l’altro settore che ha assorbito una consistente fetta di risorse è stato proprio quello dei minori (oltre 1 milione di euro speso nel 2017) in risposta all’aumento dell’accoglienza dei minori profughi che sono stati inseriti nelle diverse comunità educative del territorio oltre che dei minori non accompagnati e di quelli che fanno parte di famiglie con disagio.

Ma nel campo dei minori abbiamo lavorato anche per migliorare i servizi educativi – ricorda Giampieri – basti pensare al “progetto biblionido” di letture con bambini e famiglie presso l’asilo nido, all’introduzione del pesce fresco locale nella mensa scolastica grazie al “progetto pappa fish” e all’avvio di un confronto prima con le famiglie e poi con gli operatori agricoli di “campagna amica” per verificare la possibilità di migliorare ulteriormente la “filiera corta” nell’approvvigionamento delle derrate alimentari, che in parte viene già rispettata nell’ambito dell’organizzazione del servizio di refezione scolastica così come la componente biologica.

Oltre ai 4 milioni di euro impiegati nei servizi, dopo gli sforzi finanziari del 2016 che hanno portato all’apertura della nuova sede del Centro Montessori in località San Claudio, anche nel 2017 è proseguito il forte impegno dell’Amministrazione negli investimenti strutturali che hanno riguardato il sociale: basti pensare al completamento del nuovo Asilo nido di Sant’Andrea, che ha aperto ufficialmente l’8 gennaio scorso, i lavori di consolidamento e ristrutturazione della Bottega delle Idee che hanno consentito al Centro semiresidenziale di tornare nella propria sede, l’avvio dei lavori di ristrutturazione della casa colonica di Montepacini dove sarà realizzata la fattoria sociale che affiancherà il Centro semiresidenziale, la ristrutturazione in corso di un appartamento di via Graffigna per avviare una prima esperienza di abitazione sociale condivisa per soggetti soli disagiati, l’acquisizione della concessione di un tratto di spiaggia della ex Cops non più utilizzata ubicata all’inizio di Lido di Fermo ove si intende realizzare, in collaborazione tra più Assessorati, un’infrastruttura balneare adeguatamente attrezzata per i soggetti disabili.

Non va poi dimenticato che nel 2018 partiranno le procedure per l’utilizzazione degli oltre 8 milioni di euro di finanziamento statale accordati per il progetto di riqualificazione di Lido Tre Archi all’interno del quale è ugualmente prevista la sistemazione di un tratto di spiaggia senza barriere architettoniche oltre che la realizzazione di una struttura polivalente ad uso sociale, sanitario e interculturale destinata a potenziare i servizi e le opportunità dell’intero quartiere e dei cittadini extracomunitari in particolare.

Naturalmente non sono stati tralasciati gli interventi in favore delle famiglie disagiate, che purtroppo sono aumentate in misura preoccupante anche a causa della forte crisi economica e del mercato del lavoro degli ultimi anni, cui sono state destinate le risorse finanziarie regionali e comunali per abbattere ad esempio i costi delle utenze o degli affitti e in generale le politiche abitative dell’Amministrazione soprattutto attraverso l’assegnazione degli alloggi sociali di emergenza di proprietà comunale.

Per le famiglie a bassissimo reddito il 2017 è stato l’anno prima della sperimentazione temporanea del S.I.A. (l’Assegno per l’inclusione) e poi dall’1/12/2017 del R.E.I. (il Reddito minimo di inclusione), di cui potrà beneficiare un maggior numero di nuclei familiari grazie all’innalzamento della soglia di reddito I.S.E.E. previsto dalla legge, le cui domande stanno pervenendo numerose in Comune.

Per concludere – evidenzia l’assessore Giampieri – un grande plauso va alla struttura degli Uffici, a tutti i dipendenti che, pur in un periodo in cui sono stati persi pezzi importanti per i pensionamenti che a causa degli stringenti vincoli normativi sul turnover non è stato possibile rimpiazzare, hanno raddoppiato i loro sforzi ed accettato di buon grado i continui aggiustamenti organizzativi interni che è stato necessario apportare per mantenere alto il livello delle risposte ai crescenti bisogni sociali”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X