facebook twitter rss

Sangiorgese, vittoria di prestigio
a Macerata contro l’Helvia Recina

PROMOZIONE - I nerazzurri hanno la meglio sugli arancioneri grazie ai gol di Gabaldi nel primo tempo e Pelliccetti nel finale. Con il successo i rivieraschi sorpassano in classifica i padroni di casa e si rilanciano per la zona playoff. Sabato prossimo derby con la capolista San Marco Servigliano Lorese
domenica 21 gennaio 2018 - Ore 22:07
Print Friendly, PDF & Email

Massimiliano Gabaldi, al suo nono gol stagionale, trascina la Sangiorgese

MACERATA – Gabaldi bis. Dopo il gol dell’andata, il capitano della Sangiorgese si ripete e trascina i suoi al successo contro l’Helvia Recina, una diretta rivale per la corsa al treno playoff. Nel finale Pelliccetti, appena entrato, scrive la parola fine sul match. Tra sette giorni i ragazzi di Pennacchietti se la vedranno nel derby con la capolista San Marco Servigliano Lorese: un gran test di maturità che dirà molto sul futuro di ambedue le compagini fermane.

IL TABELLINO

HELVIA RECINA 0: Recchi, Piccioni, Montanari (12′ st Maccioni), Hoxha, Capparuccia, Pagliarini (15′ pt Domizioli), Perrella (22′ st Ascenzi), Campana, Mastrojanni, Ramadori, Badiali. All. Ermanno Carassai

SANGIORGESE 2: Calvaresi, Cudini, Tidei, Petruzzelli, Gobbi, Bigoni, Gabaldi, Iuvalè, Fabiani(38′ st Pelliccetti), Cestarelli (31′ pt Beretti), Gentile. All. Marco Pennacchietti

ARBITRO: Cardelli di Pesaro; assistenti Cecchini di Ascoli, Morici di Jesi)

RETI: 29′ pt Gabaldi, 48′ st Pelliccetti

NOTE: Ammoniti Piccioni, Ramadori

LA CRONACA

Gara equilibrata nella prima parte con gli ospiti che si chiudono bene e cercano le ripartenze veloci e su una di queste al 19′ è Recchi a mettere in angolo un destro piazzato sul primo palo del giovane Cestarelli. L’Helvia fatica a trovare gli spazi in avanti e la Sangiorgese ne approfitta con Gabaldi che al 29′ recupera palla sulla trequarti, salta in velocità Montanari e Pagliarini e scarica un gran destro sotto la traversa per il vantaggio dei rivieraschi. La reazione dei locali stenta a prendere corpo e si concretizza in un destro al volo di Ramadori al 35′ su sponda di Mastrojanni respinto da Calvaresi e un minuti dopo su una girata a lato di poco di Campana. Troppo poco per impensierire una Sangiorgese che si è fatta preferire per grinta e dinamismo.
La sfuriata di mister Carassai negli spogliatoi sortisce l’effetto sperato e l’Helvia rientra in campo con tutt’altro atteggiamento. Nei primi sette minuti fioccano le palle gol per gli arancioneri con Ramadori che colpisce un palo con un destro a giro dopo pochi secondi e Calvaresi autore di due parate straordinarie su Montanari e su un colpo di testa ravvicinato di Hoxha. La Sangiorgese regge l’urto anche con un pizzico di buona sorte, quella che manca all’Helvia che al minuto dieci perde in colpo solo Montanari e Pagliarini. I due si scontrano alla testa in maniera involontaria e devono lasciare il campo. Entrano Maccioni e il giovane Ascenzi ma questo episodio cambia inevitabilmente gli equilibri in campo e con essi la capacità dei maceratesi di incidere in avanti.

Gli arancioni ci provano, lottano ma senza mai impensierire la difesa nerazzurra e col passare dei minuti vengono meno lucidità e convinzione e la Sangiorgese controlla la gara sfiorando a più riprese il raddoppio. Al 29′ è Recchi a salvare due volte su Gentile e sulla ribattuta di Fabiani e dopo alcuni tentativi dell’imprendibile Gabaldi, è ancora il capitano ospite a servire l’assist per il raddoppio di Pelliccetti al minuto 93′.

l. n.

Massimiliano Gabaldi, 32 anni, capitano della Sangiorgese

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X